martedì, 21 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Riccardo Caboni:
Beha anche lui un po’ razzista?
Pubblicato il 30-07-2014


Nei giorni precedenti il celebre giornalista Oliviero Beha ha visitato la città di Ventimiglia per presentare la sua ultima opera. Poi ha rilasciato un’intervista alla quale hanno ritenuto opportuno ribattere i socialisti di Ventimiglia con una lettera che pubblichiamo:

“Gentile dott. Beha,
il quadro di Ventimiglia, da Lei rappresentato, non esprime l’essenza della città e, pertanto, risulta sommario. Lei ha ragione quando elenca le numerose attrazioni storico-culturali che caratterizzano la nostra città e sono concorde riguardo la necessità di una rivalutazione che sarà una priorità della nuova amministrazione. La sua valutazione sulla popolazione, invece, è offensiva e discriminatoria.

Le famiglie calabresi sono, da generazioni, parte integrante del tessuto sociale e devono essere considerate un valore aggiunto per la città. Il concetto di “librerie bunker resistenziali” mi lascia basito e mi piacerebbe ricordarLe l’esistenza di un grande patrimonio culturale connesso, anche, alla Biblioteca Civica Aprosiana, prima ad essere aperta al pubblico in Liguria e tra le più antiche d’Italia. La stupirà il gran numero di studenti che, volenterosi, frequentano la biblioteca durante l’anno scolastico.

La sua analisi continua con un attacco generalizzato al mondo imprenditoriale e politico, sminuendo l’intraprendenza di una giunta e un consiglio giovani e appassionati. Le scrive un ragazzo ventunenne che è contento di aver partecipato attivamente alle ultime elezioni e si sente profondamente offeso dalle sue frasi. Il suo articolo ha provocato sdegno e rabbia presso i ventimigliesi che, mossi da sentimenti negativi, auspicavano interventi a livello legali da parte del Comune di Ventimiglia.

Io sono fermamente contrario perché tutelare la libertà di pensiero è una delle nostre priorità, ma era corretto formulare una riflessione. Vorrei specificare che il mio piccolo contributo alla discussione non è un tentativo di nascondere i problemi che sono noti e sono ancora motivo di indagine della magistratura, ma è una ferma critica alla concezione “gattopardiana” forzata che non aiuta un sentimento di rinnovamento trasversale presente nella politica ventimigliese. Mi piacerebbe approfondisse più le grandi opportunità della nostra città e si rivolgesse a un target più ampio per avere un’idea più dettagliata.

Riccardo Caboni
(Comprensorio Intemelio Psi)

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Brava! Spero che Beha legga e ne tragga motivo di riflessione ed anche di ripensamento. Se è un giornalista vero dovrebbe essere grato a chi gli indica un diverso punto di vista.

Lascia un commento