lunedì, 23 luglio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Back to Roma. Appunti sulla festa dei riformisti.
Pubblicato il 15-09-2014


LOGO-FESTA-EvidenzaPer una volta (non lo faccio mai perché, a suo tempo, mi fu giustamente suggerito che è giornalisticamente scorretto scrivere utilizzandola) uso la prima persona.

Dato il tema, non mi riesce facile mantenermi sull’impersonale.

La festa dei riformisti svoltasi a Marina di Carrara è stata davvero per la nostra comunità un “Grande evento” che abbiamo cercato di rendere fruibile a tutti coloro che non hanno potuto (o voluto, alcuni adducendo stravaganti pseudomotivazioni politiche) raggiungerci nella città apuana mediante la diretta web in streaming. Alcuni tra i tanti panel che hanno scandito la quattro giorni socialista hanno avuto un numero di contatti sulla rete davvero importante.

L’appuntamento settembrino con la festa socialista è divenuto ormai una consuetudine dell’agenda che coincide con la ripresa dell’attività politica dopo la pausa estiva e suscita l’interesse crescente dei media. Riccardo Nencini e il tesoriere del partito Oreste Pastorelli nell’estate del 2008 videro giusto perché, nonostante le esigue risorse con cui sin da allora ci si deve misurare, l’appuntamento con la festa è divenuto un must della nostra attività politica e di comunicazione.

Quella appena conclusa, non me ne vogliano coloro che con abnegazione e passione hanno lavorato alle precedenti edizioni, ha toccato un livello d’eccellenza.

Merito delle compagne e dei compagni carrarini (non chiamateli carraresi: si arrabbiano) con in testa il sindaco socialista della città Angelo Zubbani, che hanno voluto che la città del marmo, di antico radicamento anarcosocialista, ospitasse l’edizione 2014.

L’impegno profuso dai socialisti apuani ha coniugato passione, dedizione e capacità organizzativa.

Sarebbe giusto citare i nomi dei tanti, tra compagne e compagni, che hanno concorso con spirito di militanza al successo della kermesse.

Per ragioni di spazio mi limiterò a citare Leo Buselli, il segretario comunale del Psi e il tesoriere della federazione Fausto Viaggi.

La struttura messa a disposizione ha corrisposto in pieno alle aspettative e tutte le attività si sono svolte in una cornice di efficienza e professionalità.

LOGO con testo-OKIl programma politico, alla cui redazione ha lavorato con passione e dedizione Giada Fazzalari, portavoce del segretario del partito, è stato di assoluto livello in ragione degli ospiti e dei giornalisti che hanno prestato la loro competenza e professionalità nella conduzione dei dibattiti: da Andrea Garibaldi, Ettore M. Colombo e Stefano Bomprezzi della carta stampata a Giorgio Santelli, Ida Peritore e Andrea Giubilei della Rai, a Luca Mariani e Susanna Bonfanti dell’Agi fino a Giovanni Minoli, un monumento della televisione italiana.

Senza dimenticare il nostro Carlo Correr che per onorare il suo cognome è di tutta evidenza che aspiri al ruolo di candidato unico per l’acquisizione del dono dell’ubiquità, considerato che si è diviso tra la conduzione di più di un dibattito e il coordinamento della redazione dell’Avanti! che ha fornito, praticamente in tempo reale, la cronaca e i commenti di tutti gli eventi.

A tanta qualità ha corrisposto un’offerta politica di prim’ordine grazie ai nostri dirigenti e parlamentari, tutti protagonisti di panel concepiti e realizzati con un profili tematici di grande interesse, ben lontani da quella “politique politicienne” di cui nessuno avverte più la necessità.

Il combinato disposto dei dibattiti politici protrattasi fino a tarda ora e la temperatura serale figlia di un’estate che non dimenticheremo per l’inusuale inclemenza del tempo atmosferico, ci hanno impedito di dare corso alla prevista rassegna cinematografica.

Codesto e le intemperanze del responsabile comunicazione, (as usual in tempesta adrenalinica) sono stati gli unici nei di cui è doveroso scusarsi con Claudio Bucci che ha generosamente offerto alla festa ben tre anteprime nazionali di film di sua produzione e con i malcapitati (in particolare una) che se dalla tempesta non sono stati travolti hanno tuttavia registrato qualche ammaccatura.

Infine, devo, a titolo personale, un particolare ringraziamento al compagno Francesco Marchi, cavatore della Cooperativa Gioia, che è stato la mia guida in una rapida visita alla cava di marmo del bacino di Colonnata.

Un’esperienza unica che a chi si trovasse a passare per Carrara, consiglio di provare.

Emanuele Pecheux

*   *   *

Gli editoriali di Mauro Del Bue sulla Festa di Marina di Carrara:
Comincia la Festa … dell’Avanti!
Dopo la Festa  

Gli articoli sulla Festa di Marina di Carrara:

Giovedì 11 settembre 2014

Che la Festa cominci – Ore 17.30 –  In apertura – Socialisti, italiani, europei – Saluto di Angelo Zubbani, Sindaco di Carrara. Interventi di Graziano Cipriani, Leonardo Buselli, Maurizio Viaggi

Ripartire dal PSE – Ore 21.00  Le due sinistre – Presenta: Luigi Covatta Partecipano: Ugo Intini, Massimo D’Alema, Carlo Vizzini. Modera: Andrea Garibaldi, Corriere della Sera

Venerdì 12 settembre

Sud la crisi nella crisi –  Ore 15.30 – Riformare il Mezzogiorno – Presenta: Maria Rosaria Cuocolo Partecipano: Luigi Incarnato, Livio Valvano, Gennaro Oliviero, Donato Pellegrino, Enzo Peluso Modera: Carlo Correr, Avanti!

Uno Stato ancora sociale – Ore 17.30  – Riformare lo Stato Sociale – Presenta: Mario Serpillo. Partecipano: Lello Di Gioia, Chiara Moroni, Bruno Molea, Carmelo Barbagallo, Marco Andreini

Superare Mare Nostrum Ore 21.00 –  Rifondare l’Accoglienza – Presenta: Federico Parea. Gianfranco Fini, Pia Locatelli, Gennaro Migliore. Modera: Giorgio Santelli, RaiNews24

Sabato 13 settembre

Rifacciamo l’Europa – Ore 11.30 – Riformare l’Europa – Presenta: Luca Cefisi. Partecipano: Claudio Fava, Bobo Craxi, Juan Fernando Lopez Aguilar. Modera: Ettore Maria Colombo

L’Avanti! ieri, oggi e domani – Ore 15.00 –  Cinema R – Rassegna cinematografica. Video proiezione sulla storia dell’Avanti!  dal titolo: l’“Avanti! Un giornale d’epoca”, di Ugo Intini. A seguire: l’Avanti! Ieri e oggi” – Partecipano:  Mauro Del Bue, Ugo Intini. Modera: Carlo Correr, Avanti!
L’audio su Radio Radicale

Difendere l’ambiente per rilanciare l’economia
 – Ore 16.00
 – Riformare l’Ambiente – Presenta: Silvano Rometti. Partecipano: Gian Luca Galletti, Oreste Pastorelli. Modera Ida Peritore, Tg1

Riformare le Istituzioni – Ore 19.00 – Riformare le Istituzioni – Presenta: Vincenzo Iacovissi. Partecipano: Marco Di Lello, Giovanni Toti, Simona Bonafè. Modera: Giualiano Giubilei, vicedirettore Tg3

L’Italia deve cambiare – Ore 21.00  – Riformare l’Italia Presenta: Maria Pisani. Partecipano: Riccardo Nencini, Debora Serracchiani. Modera: Giovanni Minoli, Mix 24.

LOGO con testo-OK

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Ho assistito al panel con Nencini-Serracchiani-Orlando e il monumento tv MINOLI; di gran qualità. Ho raccolto però diversi commenti sull’assenza della parola socialista nel titolo della festa …. crisi di identità ??

  2. Ho avuto modo di conoscere personalmente Emanuele Pecheux
    e di apprezzare le sue qualità umane.
    Condivido il suo resoconto sulla Festa Nazionale dei Riformisti,alla quale ho partecipato tutti i giorni.
    Al compagno Silvio Brienza, voglio ricordare che le tante bandiere rosse con una banda tricolore ” spiegavano” al vento e al mondo il Simbolo Socialista, la Nostra Identita’

  3. Ho avuto l’opportunità di partecipare in questi giorni alla Festa nazionale dei riformisti (anche a me non sarebbe dispiaciuto, in realtà, il termine socialisti…). Se dovessi dare dei voti, darei un bel 10 al confronto-duetto Ugo Intini e Mauro del Bue (il migliore in assoluto) sulla storia dell’Avanti e un bel 10 a Giovanni Minoli per la conduzione al dibattito “L’IItalia deve cambiare”. Comunque la qualità dei dibattiti è stata notevole. Bravi tutti gli organizzatori.
    Stefano Nazzi – segretario provinciale Federazione di Udine

Lascia un commento