giovedì, 16 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Buona la prima
per l’Italia di Conte
Pubblicato il 05-09-2014


Italia-Olanda 3 a 0Esordio ok per la nuova Nazionale guidata dall’ex allenatore della Juventus. A Bari, bella vittoria 2-0 contro l’Olanda, terza nell’ultimo Mondiale in Brasile e attualmente al terzo posto del ranking Fifa.

TUTTO NEI PRIMI 10’ – Sono bastati appena 8 minuti agli azzurri per archiviare la pratica. Al 2’ il punteggio si è sbloccato grazie al gol di Ciro Immobile, centravanti passato in estate dal Torino al Borussia Dortmund. Poco dopo, il compagno di reparto in attacco, Simone Zaza, si è guadagnato un calcio di rigore netto. L’autore del fallo, il difensore Martins Indi, è stato espulso perché era ultimo uomo. Dal dischetto De Rossi ha spiazzato il portiere Cillessen e così, dopo nemmeno 10 minuti, il risultato era già in cassaforte. Infatti da quel momento i ragazzi hanno gestito al meglio il match, rischiando di andare sul 3-0, ma Zaza si è fatto neutralizzare la conclusione dall’estremo difensore ospite. Tutto positivo, comunque, per Antonio Conte: la difesa (orfana di Buffon tra i pali e di Barzagli e Chiellini) ha rischiato poco-nulla, con Ranocchia e Astori che hanno dimostrato di essere affidabili e un Bonucci super. A centrocampo, senza Pirlo infortunato, De Rossi ha vestito i panni di leader, molto bene anche Marchisio e Giaccherini, messo da parte nell’ultimo periodo della gestione Prandelli. E in attacco Immobile-Zaza, la strana coppia, ha dimostrato di essere in grande sintonia.

ORA SI VA IN NORVEGIA – Il ghiaccio è stato rotto, andando anche oltre le previsioni. Ma era un’amichevole, adesso arrivano gli impegni ufficiali in vista dell’Europeo in Francia nel 2016. L’Italia esordirà martedì 9 in casa della Norvegia. Non bisognerà fallire l’esordio, per poi complicarci il cammino verso Euro 2016. Per ora non c’è nemmeno bisogno di Balotelli, punto di riferimento della precedente gestione, e dopo nemmeno due mesi il flop Mondiale appare già come un lontano ricordo.

Francesco Carci

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento