martedì, 16 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il mercato delle automobili
scalda di nuovo i motori
Pubblicato il 17-09-2014


Mercato autoSe da un punto di vista meteorologico l’estate 2014 è stata un disastro, per il mercato dell’auto nei 28 Paesi dell’Unione europea il tempo è stato splendente. Il mercato dell’auto ha registrato, per FCA, risultati positivi fino a un +5,8% rispetto all’anno scorso. Le immatricolazioni nei 28 paesi, insieme a Islanda, Norvegia e Svizzera, sono state a luglio 1milione e 82mila(+5,6% sullo stesso mese) e in agosto sono state vendute ben 8milioni e 636mila vetture: un +5,8% per l’appunto. Ci sono però delle disparità: in Francia a luglio il mercato dell’auto era in calo del 4,3%, unico caso in Europa. Gli altri membri dell’Unione hanno così rispettivamente incrementato le immatricolazioni: Italia +5,5%; Regno Unito +6,6%; Germania +6,8%; Spagna +11,1%.

Il mese di agosto, però, ha inevitabilmente ridotto le prospettive di crescita. Infatti in Francia, Germania e Italia le immatricolazioni sono calate rispettivamente del 2,6%, dello 0,4% e dello 0,2% mentre si confermano Spagna(+13,7%) e Regno Unito(+9,4%). Fino ad agosto tutti i principali mercati hanno presentato un trend positivo che secondo alcuni analisti continuerà fino alla fine dell’anno. FiatChryslerAutomobiles ha registrato risultati alterni in Europa a luglio(+3,2%) e in agosto(-2,7%). Tuttavia la FCA continua ad espandersi nel mercato americano: la 500L è la macchina più venduta nel suo segmento sia a luglio sia ad agosto. Inoltre rimane incontrastata l’ascesa di Jeep: +48,1% a luglio e +45,2% in agosto. Risultati positivi anche per la 500 e Panda.

Il mercato auto nel primo semestre 2014 è più che positivo a livello mondiale. Ben 44milioni sono le auto vendute nei primi sei mesi dell’anno e la parte del leone è affidata alla Cina: un’auto su quattro viene venduta nell’Impero Celeste. A poco sono valse le preoccupazioni per i conflitti nell’est europeo tra Russia e Ucraina, anche se alcuni mercati rimangono incerti come in Turchia, Brasile e Russia. L’analisi di Focus2Move, che è stata applicata a 160 paesi, mostra che a giugno il totale autoveicoli venduto ammontava a 7milioni e 310mila unità, cioè il 2,3% in più rispetto a giugno 2013.

Sempre secondo Focus2Move nei 160 paesi presi in considerazione, da gennaio a giugno il totale delle vetture acquistate era di 43milioni d 319mila, vale a dire un +3,6% rispetto al primo semestre 2013. La Cina si rivela ancora una volta un mercato florido e in espansione, ma Stati Uniti e Giappone sono col fiato sul collo. La quarta posizione di questa classifica la occupa la Germania, seguita da Brasile, India, Gran Bretagna, Russia, Francia e Canada. In undicesima posizione l’Italia. Sergio Marchionne dovrà risalire la china per ridurre il divario.

Manuele Franzoso

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento