sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

RadioEretika: la radio
dei socialisti si espande
Pubblicato il 30-09-2014


Radio_EretikaCon l’ultima puntata di RadioEretika, trasmessa domenica 28 settembre, si è tagliato un importante traguardo: oltre 1000 ascoltatori. Il progetto radiofonico dei giovani socialisti continua a mietere successi e scuote il cuore dei vecchi socialisti e delle nuove generazioni appartenenti al più antico partito d’Italia.

Enrico Maria Pedrelli, compagno-conduttore della radio, con la puntata intitolata “notizie dal fronte: Good morning Vietnam!” ha raccolto intorno a sé migliaia di ascoltatori. Invece che andare a sentire il solito sermone in Chiesa di domenica mattina, compagni e compagne, ma anche semplici simpatizzanti, hanno deciso di cliccare sul link spreaker RadioEretika (www.spreaker.com/user/radioeretika).

Il compagno Pedrelli lancia anche un appello: tutti i socialisti che volessero partecipare alla realizzazione di una puntata, con interventi, interviste e, perché no, proporsi per la conduzione, sono ben accetti. Il fine primario è quello di riprendere, il più velocemente possibile, visibilità a livello nazionale. La FGS e il PSI sono la cassaforte delle idee della vera sinistra italiana. L’unico limite è la comunicazione e diffusione dei principi che dal 1892 spingono uomini e donne a battersi per ideali di sinistra e, soprattutto, socialisti. Con maggiore vigore e stimolo giovanile è possibile proseguire il sogno socialista: un mondo libero e dove regna la giustizia sociale. Il riferimento, scontato, è quello del più amato presidente della Repubblica italiana, e a giudizio della scrivente, il più grande statista che l’Italia abbia mai conosciuto: Sandro Pertini.

Nella puntata di domenica il compagno Pedrelli ha chiarito ed esposto le posizioni dei due contendenti alla segreteria nazionale FGS: il siciliano Roberto Sajeva e il salernitano Silvano Del Duca. Si è poi trasmesso il messaggio della segretaria uscente, compagna Claudia Bastianelli, la quale augura al futuro segretario FGS di poter portare alta la bandiera della più antica organizzazione politica giovanile italiana. Con l’augurio di poter sanare diatribe interne e di perorare le cause per le quali ogni giorno i militanti si battono, Claudia Bastianelli ha ringraziato tutti coloro che l’hanno sostenuta e aiutata in questi anni da segretaria nazionale FGS.

Il conduttore, tra canzoni rock e pezzi di musica classica, ha ricordato l’impegno del PSI per la campagna contro il femminicidio: “Ti amo da morire”. Il progetto è nato in Molise nell’estate 2013 ed è stato presentato e sponsorizzato alla festa nazionale del PSI, tenutasi a Marina di Massa dall’11 al 14 settembre. I promotori sono il compagno Serenella e Pasqualino De Mattia, senza nulla togliere agl’altri organizzatori. L’obiettivo di questa campagna è di portare maggiore attenzione a questa piaga sociale e di incitare la politica a prendere provvedimenti seri, coraggiosi e mirati per istituire il reato di femminicidio o uxoricidio. Sulla terminologia più consona ci affidiamo all’esperienza e competenza degli addetti ai lavori.

La FGS e il PSI sono in fermento per preparare numerose battaglia da portare nelle piazze italiane, sempre e solamente per uno scopo: migliorare la vita dei cittadini. Perciò se i vari compagni e compagne dispersi per la penisola sono disposti e volenterosi per prendere parte a questo progetto/realtà, RadioEretika, non hanno che da contattare Enrico Maria Pedrelli. Un buon modo per riprendere, seppur lentamente, visibilità è quello che ogni socialista italiano condividesse almeno un articolo al giorno del nostro giornale, Avanti!online, sui social network. In fondo basta un semplice click del mouse. Nel nostro piccolo possiamo ancora fare grandi cose. Avanti!!

Man. Fra.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento