lunedì, 18 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Adalberto Andreani:
Democrazia? L’apparenza inganna
Pubblicato il 02-09-2014


Dall’epoca di Benito Mussolini, poco è cambiato, a ben vedere nella società Italiana. Difatti l’apparenza della democrazia può ingannare ed inganna. Apparentemente si può dire tutto, fare di tutto, ma poi in definitiva la >speranza del cittadino di essere libero, si infrange contro un muro di.. gomma…

In questo paese di individualisti esistono le famiglie, i gruppi, le caste. Per quella dei politici c’è da dire che, dopo tangentopoli… è successo come se la serie C del campionato Italiano di calcio, si fosse trovata improvvisamente a giocare in serie A, per eliminazione totale dei più bravi colleghi. Ma per tutte le altre categorie e/o caste il discorso è diverso. Chi ha il potere nel proprio campo, non lo molla.  Gli uomini veramente liberi, hanno grandi difficoltà. I liberi pensatori spesso debbono soccombere al gruppo, al potere costituito e mafioso. Oggi si troverebbe in difficoltà anche un uomo come Sandro Pertini, il modello dell’uomo libero cui mi riferivo. Egli troverebbe in Papa -Francesco Bergoglio, un libero pensatore ( … quel Cristianesimo Sociale cui spesso modestamente faccio riferimento in questa rubrica ) ed in pochi altri. Non v’è dubbio che questo proliferare di caste e corporazioni, è stata favorita dal conservatorismo dei politici ex DC ed ex PCI, cioè dal cosiddetto cattocomunismo a sinistra, e dagli anacronistici ex fascisti a destra che mai è stata veramente destra europeista.

Il Cristianesimo-Sociale o anche Socialismo-Cristiano, si fonda sui valori e non sulla burocrazia. In altre parole l’uomo libero esercita il diritto di critica, anche all’interno del gruppo, della famiglia, alla quale appartiene, ed è utile al progresso della società, perché favorisce i più meritevoli. Oggi queste personalità come Pertini o Bergoglio sono rare e spesso vengono emarginate. Spero che questo mio scritto, possa favorire il dibattito per approfondire e capire quali sono le ulteriori differenze tra uomini liberi e burocrati-conservatori ed infine tra cattocomunisti e cristiano-sociali-socialisti umanitari.

Adalberto Andreani 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Credo che queste siano le parole più sagge sentite negli ultimi anni. Sottoscrivo e applaudo (anche da ammiratore di Papa Bergoglio e Pertini). Non conosco il dott. Andreani ma gli faccio i complimenti, mi ritrovo sempre nei suoi scritti sull’Avanti! Saluti socialisti…. e cristiani!

  2. Buona la rappresentazione sui giocatori di serie C che improvvisamente giocano nel campionato di serie A. E’ inoltre condivisibile il riferimento ai catto-comunisti, quale componente conservatrice verso i diritti di libertà e di progresso.

Lascia un commento