domenica, 21 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A, la Samp vince
il derby di Genova
Pubblicato il 30-09-2014


SampMentre Roma e Juventus continuano il loro campionato a parte, battendo rispettivamente Verona e Atalanta e arrivando entrambe a punteggio pieno allo scontro diretto in programma domenica, sorprendono alle loro spalle Udinese e Sampdoria. I friulani di Stramaccioni superano il Parma e si confermano al terzo posto, mentre i blucerchiati vincono il primo derby stagionale, per la gioia di tutti i tifosi e del presidente Massimo Ferrero, nuovo personaggio spettacolare del nostro calcio.

TOTTI DAY – Roma e Juventus hanno anticipato al sabato per gli impegni di Champions. All’Olimpico, in quella che è stata una vera e propria festa per i 38 anni di Francesco Totti, i giallorossi hanno superato 2-0 l’Hellas Verona grazie alle reti di Florenzi e Destro. La sera è toccato alla Juventus che, trascinata da un super Tevez (doppietta), ha espugnato l’Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, campo dell’Atalanta per 3-0. Nel finale primo gol italiano per lo spagnolo Morata, arrivato in estate dal Real Madrid. Crolla l’Inter, che subisce un netto 4-1 casalingo dal Cagliari, fino ad allora ultimo in classifica. Gol di Sau per i sardi e pareggio nerazzurro firmato Osvaldo, prima della tripletta di uno scatenato Ekdal. Mazzarri a fine gara si è preso tutte le colpe (“Dovevo fare più turnover, eravamo stanchi”), mentre finalmente si è rivisto il gioco spettacolare di Zeman, allenatore rossoblù, che qualcuno dava già a rischio esonero. Non tiene il passo delle prime nemmeno il Milan di Inzaghi, al secondo pareggio consecutivo. Dopo il 2-2 a Empoli, è arrivato l’1-1 sul campo del Cesena (vantaggio bianconero con Succi, pareggio del difensore Rami). La sensazione è che per lo scudetto sarà una corsa a due.

EUFORIA SAMP – Con le milanesi che stentano, la terza forza del campionato continua a essere l’Udinese. Nel primo posticipo del lunedì, i friulani superano 4-2 in casa il Parma (doppietta di Di Natale, Heurtaux e Thereau per i padroni di casa, Mauri e Cassano su rigore per i ducali), confermando di essere la sorpresa di inizio stagione. I gialloblù, invece, pagano le tante assenze e i troppi errori difensivi. A Genova si giocava il primo derby stagionale e se lo è aggiudicato la Sampdoria per 1-0, grazie a un calcio di punizione finalizzato da Gabbiadini. Genoani furiosi perché il gol vittoria era in fuorigioco, ma questo poco importa al popolo blucerchiato, esploso al triplice fischio dell’arbitro. Su tutti, il neo presidente Massimo Ferrero (che in estate ha prelevato la società dalla famiglia Garrone). Sarà perché viene dal mondo del cinema, ma ogni volta che finisce davanti alle telecamere, Ferrero compie un vero e proprio show tra gesti, battute ed entusiasmo.

RIECCO NAPOLI E LAZIO – Sussulti esterni di Napoli e Lazio, che cercano di allontanare la crisi. Gli azzurri passano 1-0 sul campo del Sassuolo grazie al gol di Callejon. Più sonora la vittoria biancoceleste, che passa 4-0 a Palermo grazie a una tripletta di Djordjevic e alla rete di Parolo. Ora bisogna scalare la classifica. Pareggi 1-1 tra Chievo-Empoli (apre Meggiorini per i veneti, risponde Pucciarelli per gli ospiti) e Torino-Fiorentina (Quagliarella per i granata, Babacar per i viola). Grande attesa, dunque, per il big match di domenica prossima, ore 18, tra Juventus e Roma.

LA CLASSIFICA – Questa la classifica dopo la 5/a giornataù

1. Juventus 15
2. Roma 15
3. Udinese 12
4. Sampdoria 11
5. Inter 8
6. Milan 8
7. Hellas Verona 8
8. Napoli 7
9. Lazio 6
10. Fiorentina 6
11. Genoa 5
12. Torino 5
13. Cesena 5
14. Cagliari 4
15. Chievo 4
16. Atalanta 4
17. Empoli 3
18. Parma 3
19. Palermo 3
20. Sassuolo 3

Francesco Carci

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento