mercoledì, 15 agosto 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A: le favorite non deludono all’esordio
Pubblicato il 01-09-2014


RomaE’ ufficialmente partita la serie A 2014/2015. Tra Mondiale, rivoluzione federale e calciomercato, sono passati più di tre mesi eppure non sembra cambiato nulla. Juventus, Roma e Napoli, sempre loro, sembrano avere una marcia in più rispetto alle altre e lo hanno dimostrato subito nei primi 90 minuti. Ottimo l’esordio di Filippo Inzaghi sulla panchina del Milan, da rivedere l’Inter.

JUVE, TUTTI ALLEGRI – A dare il via al nuovo campionato è stata la Juventus campione d’Italia. Reduce dal “terremoto” estivo delle dimissioni di Conte, il nuovo corso bianconero con Massimiliano Allegri è iniziato nel migliore dei modi: vincendo. I primi tre punti sono arrivati grazie alla vittoria 1-0 sul campo del Chievo, decisiva l’autorete del difensore gialloblù Biraghi. Convincente la prestazione delle Vecchia Signora, che ha colpito tre pali, e del giovane 18enne Coman, possibile rivelazione del campionato. Benissimo anche la Roma, che all’Olimpico ha superato 2-0 la Fiorentina, priva di Cuadrado e Giuseppe Rossi. Un gol per tempo per i giallorossi, firme di Nainggolan e Gervinho. Se non hanno l’etichetta di favoriti, i ragazzi di Rudi Garcia restano la principale antagonista della Juventus. Sullo stesso treno dei favoriti c’è anche il Napoli, corsaro 2-1 a Marassi contro il Genoa grazie al gol al 95’ del neo arrivato De Guzman, dopo il vantaggio iniziale di Callejon e il pareggio ligure di Pinilla. L’eliminazione dalla Champions è già dimenticata, i partenopei vogliono il tricolore.

NUOVO MILAN – C’erano tante incertezze intorno al nuovo Milan firmato Filippo Inzaghi. Colpa di un pre-campionato negativo con tante sconfitte e di un mercato che ha lasciato perplessi i tifosi. Ceduto, infatti, Balotelli al Liverpool per 20 milioni, è stato preso Fernando Torres, attaccante spagnolo con un grande passato, ma che nelle ultime stagioni ha faticato non poco a trovare la via della rete. Tuttavia a San Siro è arrivata un’ottima vittoria 3-1 sulla Lazio (reti di Honda, Muntari e Menez su rigore, nel finale autogol di Alex per il gol della bandiera dei biancocelesti), per la gioia di Silvio Berlusconi, presente sugli spalti. Meno brillante invece l’esordio dell’Inter, fermata 0-0 sul campo del Torino. Prestazione non del tutto convincente per i nerazzurri, mentre quest’anno per i granata non sarà semplice rimpiazzare le partenze di Immobile e Cerci.

GLI ALTRI RISULTATI – Tanti pareggi nelle altre sfide. Senza reti quello tra Atalanta e Verona, botta e risposta 1-1 tra il Sassuolo e il Cagliari (prima Zaza per i padroni di casa, poi Sau per gli ospiti), stesso punteggio tra Palermo e Cagliari (Dybala per i siciliani, Gastaldello per i blucerchiati). L’eterno Di Natale trascina con una doppietta l’Udinese nel 2-0 contro l’Empoli, mentre il Cesena festeggia il ritorno in serie A battendo in casa 1-0 il Parma grazie a un bello stacco di testa di Rodriguez. Ora c’è la sosta, si riprende tra due settimane. Grande attesa per la Nazionale di Conte, alle prese il 4 settembre con l’amichevole contro l’Olanda e il 9 in Norvegia per il primo impegno ufficiale delle qualificazioni a Euro 2016.

LA CLASSIFICA – Questa la classifica dopo la 1/a giornata

1. Milan 3
2. Roma 3
3. Udinese 3
4. Napoli 3
5. Juventus 3
6. Cesena 3
7. Palermo 1
8. Sampdoria 1
9. Cagliari 1
10. Sassuolo 1
11. Verona 1
12. Torino 1
13. Inter 1
14. Atalanta 1
15. Genoa 0
16. Chievo 0
17. Parma 0
18. Lazio 0
19. Fiorentina 0
20. Empoli 0

Francesco Carci

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento