lunedì, 20 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Volontariato, no al
pedaggio sulle autostrade
Pubblicato il 31-10-2014


telepassGarantire l’esenzione del pedaggio autostradale ai veicoli di soccorso delle associazioni di volontariato, alle associazioni di pubbliche assistenze e alle confederazioni delle Misericordie. Questa la richiesta del deputato Psi, Oreste Pastorelli, che ha sollecitato l’intervento del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, attraverso un’interrogazione a risposta scritta, lo scorso luglio. Il dicastero, a sua volta, ha emanato una Circolare che estende l’esenzione del pagamento del pedaggio anche alle attività di trasporto malati effettuate a titolo completamente gratuito, includendo, tra le attività, anche quelle che vanno dal servizio del 118 al centro dialitico, passando per il trasporto degli organi, del sangue e degli emoderivati in condizioni di emergenza, per il trasporto sanitario assistito (medico o infermiere a bordo), quello neonatale/pediatrico e dei pazienti oncologici.

“Ho ritenuto importante richiedere l’intervento del Ministero per superare un impedimento troppo grande per le associazioni che lavorano nel segno della solidarietà – ha affermato il deputato Psi Pastorelli. Queste associazioni, i cui mezzi coprono il 70% dei servizi di emergenza e trasporto di malati e infermi, sull’intero territorio nazionale, avevano evidenziato che le precedenti disposizioni costituivano un ostacolo all’attività di trasporto malati non in emergenza. Autostrade per l’Italia SpA, infatti, aveva confermato la disdetta, a partire dallo scorso 1° luglio 2014, dell’accordo sottoscritto nel 1999, con Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) e con la Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia, per la fornitura di telepass esenti in comodato d’uso gratuito, quindi l’intervento del Ministero è stato necessario e risolutivo” – ha concluso Pastorelli.

Siria Garneri

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento