mercoledì, 23 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Nuova Consonanza,
Roma capitale della
musica contemporanea
Pubblicato il 08-11-2014


Nuova ConsonanzaAl via, dal 12 novembre al 15 dicembre nelle prestigiose sedi degli istituti culturali della capitale e di alcuni teatri di periferia, la 51° edizione del Festival di Nuova Consonanza. Un’ampia programmazione spazierà dalla musica elettroacustica alla musica contemporanea con uno sguardo alla creatività femminile e all’Europa dell’Est.

Roma sarà per la 51esima volta la protagonista assoluta della musica contemporanea. Mostre, installazioni d’arte, presentazione di libri, workshop di composizione, incontri con gli artisti, la Festa d’Autunno all’Accademia Americana a Villa Aurelia e due giornate in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma per gli incontri con Salvatore Sciarrino e Ivan Fedele, fra i compositori più stimati ed apprezzati in Italia e all’estero.

In programma 16 prime esecuzioni assolute (tra le quali Suite francese VI b” di Ivan Fedele il 27 novembre), due opere di teatro musicale (il 16 novembre per la Festa d’Autunno a Villa Aurelia), e 13 prime esecuzioni italiane. “La programmazione”, spiega Fausto Sebastiani, Presidente di Nuova Consonanza, “è orientata su due direttrici: da un lato un focus su esperienze della musica elettroacustica attuale, dall’altro uno sguardo verso l’estero. La prima direzione, che intende indagare soprattutto il rapporto tra il solista e le nuove tecniche di elaborazione del suono, vedrà protagonisti tre solisti italiani di alto profilo artistico quali il violinista Francesco D’Orazio, il contrabbassista Daniele Roccato e il fisarmonicista Francesco Gesualdi; offre al contempo uno spazio alle giovani generazioni di artisti per la ricerca e la sperimentazione di nuovi linguaggi. L’attenzione alla scena contemporanea estera si concretizza mediante il coinvolgimento di compositori e interpreti di rilievo, ma anche mediante il ricordo di vicende che hanno influenzato la cultura europea, con una particolare attenzione verso l’Europa dell’Est. Sarà inoltre dedicato spazio alla creatività musicale femminile italiana e straniera con la presenza di un’opera di Sofia Gubaidulina, Leone d’oro alla Biennale di Venezia 2013, e di altre significative compositrici italiane”.

Il concerto di inaugurazione sarà un omaggio alla musica francese. Il 12 novembre alle 21, nel Gran Salon di Villa Medici, sede dell’Accademia di Francia a Roma, sarà protagonista l’Ensemble Orchestral Contemporain di Lione diretto dal francese Daniel Kawka. In programma musiche di Gérard Grisey, attivo compositore degli anni ’70 – ’80, del giovane compositore francese Sebastian Rivas, ora residente presso Villa Medici, di Philippe Leroux e Bruno Mantovani, attuale Direttore del Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi.

L’appuntamento con la ormai consueta “Festa d’autunno” sarà domenica 16 novembre nella suggestiva cornice di Villa Aurelia. Dalle 16,30 fino a tarda notte, negli spazi dell’America Academy a Roma, si terranno incontri dedicati alla letteratura e all’editoria italiana, mentre compositori e interpreti favoriranno l’incontro di linguaggi artistici diversi con eventi, installazioni, video musicali e nuove composizioni dedicate al rapporto tra i musicisti italiani ed americani. In questa cornice verranno presentate al pubblico due opere di teatro musicale in prima esecuzione assoluta: L’aggiustafavole, per soprano, tenore, baritono e orchestra da camera di Paolo Marchettini su testo originale di Elio Pecora e Il dottor Vetrata di Giovanni Guaccero, su testo di Francesco Maschio (regia di Sandra Del Maro), un libero adattamento di una delle 12 novelle esemplari di Miguel de Cervantes.

Tra gli altri appuntamenti del Festival, il 23 novembre al Teatro Tor Bella Monaca, Edison Studio (gruppo formato dai quattro compositori Mauro Cardi, Luigi Ceccarelli, Fabio Cifariello Ciardi e Alessandro Cipriani) presenterà la colonna sonora per il capolavoro del cinema espressionista Das Cabinet des Dr.Caligari di Robert Wiene. Edison restituirà l’emozione di un’interpretazione musicale dal vivo che prevede computer, tastiere MIDI, campionatori e strumenti acustici. Il Festival è realizzato con il sostegno di Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Dipartimento Cultura, della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura e alle politiche giovanili, INPS- Fondo PSMSAD e con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo.

Karen Odrobna Gerardi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento