sabato, 21 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Polesine, un territorio
tutto da scoprire
Pubblicato il 17-11-2014


Badoer_Villa _rappresentazioneLa casa-museo di Giacomo Matteotti, il museo etnografico e una serie di altri importanti siti, fanno del Comune di Fratta Polesine in provincia di Rovigo un territorio tutto da visitare.

Il Polesine, terra emersa, culla di storia e bacino enogastronomico, vitalizza il progetto “History, bike & Food” attuato dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale organizzato da Gal Adige per il Psr Regione Veneto, capofila il Comune di Fratta Polesine che dal 7 al 9 novembre scorsi ha coinvolto i rappresentanti della stampa per poter visitare e pubblicizzare i luoghi più significativi di questa area geografica legati alla Carboneria.

Ogni anno all’inizio di novembre avviene la rievocazione della “Cena Carbonara” presso la palladiana Villa Molin del comune. L’evento è inserito nelle manifestazioni per l’Unità d’Italia richiamando sempre più persone per assistere alle vicende dei moti carbonari nella Fratta Austriaca del 1818 con gli arresti eccellenti e il carcere duro dello Spielberg.

Le ville palladiane, fra tutte la Villa Badoer (nell’elenco dei siti del Patrimonio dell’Umanità UNESCO), sono le attrazioni architettoniche maggiori per visitare anche i comuni adiacenti, tutti ricchissimi di storia, cultura e tradizioni.

Lungo l’Adigetto, ramo dell’Adige nato dalle sue evoluzioni sorge, tra gli altri, Lendinara. Ai lati del corso d’acqua allineati gli edifici nevralgici di questa cittadina rodigina: Palazzo Malmignati, Teatro Ballarin, Palazzo Conti, Statua di Garibaldi e Chiesa di San Rocco.

Originariamente costruita come ringraziamento al Santo per lo scampato pericolo della peste nel 1516, la chiesa di San Rocco divenne Sacrario dei Caduti della Grande Guerra. Angelo Zamboni ha decorato l’interno del santuario con affreschi che effigiano lo strazio e la tragicità di una guerra totale, che tutto e tutti ha coinvolto.

Le Chiese ed i luoghi sacri, così cari ai lendinaresi, erano esclusi dalle cinta murarie originarie che custodivano e proteggevano solo il cuore politico ed economico della città, di cui una rappresentazione eminente è data dalla mappa acquerellata di Gaspare Mazzante del 1690, custodita nel Palazzo Comunale assieme alla grata lignea monacale, realizzata a metà del 1400 da Lorenzo e Cristoforo Canozi.

Tra i suoi cittadini celebri il patriota e scrittore Alberto Mario a cui sono dedicati una piazza e un monumento. La moglie, Jessie White, pioniera della figura femminile di giornalista donò alla società di Mutuo Soccorso di Lendinara le proprietà del marito che furono riadattate come case popolari.

Il piccolo comune di San Bellino, recentemente insignito tra i comuni “virtuosi” grazie alla sua efficienza, ospita la Vetreria d’Arte dei fratelli Tomanin, professionisti della lavorazione e decorazione del vetro.

Villa Adriana fa da sfondo a questa eccellenza locale che realizza vetrate in piombo, sabbiatura e complementi di arredo. Tra colori, disegni e luci, nella vetreria Tomanin si può compiere un salto in una realtà fantastica, di passione e vivacità, di artigianato d’altri tempi. Il disegno, prima realizzato su carta, viene riportato su vetro con minuzia e abilità, combinando tra loro le parti e modellandole a seconda della tecnica richiesta.

Il percorso storico e spirituale prosegue a Villamarzana sul sacrario in memoria dell’eccidio del 1944, quando 43 martiri furono rinchiusi nella casetta del Barbiere della città ed uccisi a colpi di pistola di fronte al muro che riportava la scritta “Primo Esempio”. Una tragedia di una violenza inaudita che ha segnato irrimediabilmente la sensibilità polesana.

Guerrino Mattei

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento