martedì, 26 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A geno-va!
Milano in crisi
Pubblicato il 04-11-2014


SampLa decima giornata certifica il momento di difficoltà di Milan e Inter, sconfitte rispettivamente a San Siro contro il Palermo e a Parma, ora non più ultimo in classifica. Roma fermata da un super Napoli, la Juventus vince ad Empoli e torna a +3. Grande momento delle squadre liguri: Sampdoria e Genoa continuano a vincere e sono le vere rivelazioni del campionato. Primo punto per Maran sulla panchina del Chievo, che però adesso è fanalino di coda.

IMPRESA PALERMO – Alla Scala del calcio il Palermo ruba dunque la scena al Milan. Nonostante gli elogi di Berlusconi ai rossoneri alla vigilai (“Inzaghi merita un 8 in pagella e la squadra 7”, aveva detto il presidente), la prestazione è stata imbarazzante e i siciliani, corsati per 2-0 grazie all’autogol di Zapata e la rete di Dybala, potevano vincere anche con un passivo maggiore. Male anche l’Inter. I nerazzurri facevano visita al Parma, ultimo in classifica e reduce da 6 sconfitte consecutive. Ma una doppietta del terzino gialloblù De Ceglie (la prima in carriera) permette ai ducali di ottenere la tanto attesa vittoria scacciacrisi, condannando così i ragazzi di Mazzarri, per l’ennesima volta scesi in campo con un atteggiamento troppo morbido. Se, dunque, la Milano calcistica piange, c’è Genova in totale euforia. Merito di uno stato di forma strepitoso per Sampdoria e Genoa. I blucerchiati superano a Marassi 3-1 la Fiorentina (gol di Palombo su rigore, Rizzo ed Eder per i liguri, Savic per i viola), mentre il Grifone passa sul campo dell’Udinese con uno spettacolare 4-2 (il solito Di Natale e Widmer a segno per i friulani, Marchese, Iago Falque, Matri e Kucka per i rossoblù). Sono proprio le due squadre liguri le rivelazioni del campionato e, considerando le difficoltà di alcune grandi squadre, l’obiettivo Europa diventa sempre più concreto.

NAPOLI VINCE PER CIRO – Importante giornata anche per quanto riguarda la testa della classifica. La Juventus torna a +3 sulla Roma grazie al successo per 2-0 sul campo dell’Empoli (reti di Pirlo e Morata). Giallorossi fermati al San Paolo di Napoli sempre per 2-0, con una prestazione super da parte della squadra di Benitez. A segno Higuain, tornato in forma dopo l’astinenza dal gol delle prime partite, e Callejon, capocannoniere del campionato. Ospiti mai in partita, mentre nelle fila degli azzurri da segnalare finalmente una grande prestazione anche della difesa. Una vittoria dedicata a Ciro Esposito, il tifoso napoletano ucciso da un ultras romanista prima della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina dello scorso 3 Maggio. Proprio per questo, la partita era considerata ad altissimo rischio. Per fortuna è andato tutto liscio, se non uno striscione esposto dai tifosi della Curva B che minacciava vendetta per la morte di Ciro. Alle spalle di Juventus e Roma c’è (a pari punti con la Sampdoria) la Lazio che, nel posticipo di lunedì, batte 4-2 il Cagliari di Zeman (Mauri, doppietta di Klose ed Ederson a segno per i biancocelesti, autogol di Braafheid e Joao Pedro per gli ospiti). Sicuramente è stata una delle partite più spettacolari di questa giornata, ma quando c’è il tecnico boemo il divertimento è garantito.

BRODINO CHIEVO – Tutti pareggi nelle altre partite. Nel primo posticipo del lunedì 1-1 tra Cesena e Verona (vantaggio bianconero con Defrel, pareggio veneto con Juanito Gomez). A reti bianche invece le sfide tra Chievo-Sassuolo, primo punto per Maran sulla panchina gialloblù, anche se ora i clivensi sono ultimi da soli in classifica, e Torino-Atalanta, dove vince la noia.

LA CLASSIFICA – Questa la classifica dopo la decima giornata di Serie A

1. Juventus 25
2. Roma 22
3. Lazio 19
4. Sampdoria 19
5. Napoli 18
6. Genoa 18
7. Milan 16
8. Udinese 16
9. Inter 15
10. Fiorentina 13
11. Hellas Verona 13
12. Torino 12
13. Palermo 12
14. Sassuolo 11
15. Cagliari 9
16. Atalanta 9
17. Empoli 7
18. Cesena 7
19. Parma 6
20. Chievo 5

Francesco Carci

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento