venerdì, 18 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A,
una Juventus esagera7a
Pubblicato il 10-11-2014


Juventus-ParmaI bianconeri strapazzano il Parma con un clamoroso 7-0, la peggiore sconfitta della storia degli emiliani. La Roma però tiene il passo, così come il Napoli, ora terzo solitario in classifica. In coda tornano al successo Empoli e Chievo. Ora la sosta per la Nazionale, dove si rivede Balotelli, convocato a sorpresa da Antonio Conte.

JUVE FORZA SETTE – L’impegno era agevole, la Juventus in casa vince praticamente da due anni e il Parma di questo inizio stagione ha enormi problemi. Ma in pochi si aspettavano un successo così netto da parte della squadra di Allegri. Gli emiliani hanno subito un devastante 7-0, la peggiore sconfitta della loro storia. Scatenati gli attaccanti bianconeri, a segno infatti Llorente, Tevez e Morata con una doppietta ciascuno. Gioia personale anche per Lichtsteiner, un vero e proprio treno sulla fascia destra. La Roma ha tenuto però il passo, grazie al facile 3-0 casalingo contro il Torino.

In gol per i giallorosRoma-Torino-Torosidissi Torosidis, Keita e Ljajic e da segnalare il ritorno in campo del centrocampista olandese Kevin Strootman, fermo da quasi 9 mesi. Sicuramente un’arma più per il tecnico Rudi Garcia, anche per far rifiatare Pjanic, De Rossi e Nainggolan, utilizzati praticamente sempre in questa prima parte di stagione.

BLITZ NAPOLI – Successo importante del Napoli, che ha espugnato 1-0 il Franchi di Firenze grazie alla rete di Higuain, sempre più ritrovato. E’ una squadra decisamente in salute quella di Benitez dopo le difficoltà iniziali, tanto che adesso gli azzurri occupano il terzo posto in classifica. La brutta notizia arriva tuttavia dall’infermeria: il gioiellino Lorenzo Insigne si è procurato la rottura del legamento e dovrà stare fermo 6 mesi. Una brutta tegola per l’allenatore spagnolo. Pareggi 2-2 per le milanesi. L’Inter si è fatta fermare a San Siro dall’Hellas Verona (vantaggio dei veneti con Toni, rimonta nerazzurra con la doppietta di Icardi e pari finale di Nico Lopez). Sempre forte la contestazione dei tifosi nei confronti del tecnico Mazzarri.

Stesso punteggio anche a Marassi tra la Sampdoria e il Milan in uno dei match più belli di questo turno. Da segnalare il ritorno al gol di El Shaarawy, che ha interrotto un digiuno di 622 giorni, poi i gol dei doriani con Okaka ed Eder prima del pareggio definitivo di Menez su rigore. Cade la Lazio a Empoli 2-1 (gol di Barba e Maccarone per i toscani, inutile sigillo di Djordjevic per i biancocelesti). Nel gruppone europeo restano anche Udinese e Genoa, che hanno entrambe pareggiato 1-1 rispettivamente a Palermo (Thereau per i bianconeri, rigore di Dybala per i siciliani) e Cagliari (vantaggio sardo con Farias, pareggio degli ospiti grazie all’autogol di Rossettini). Decisamente più noioso il pareggio 0-0 tra Sassuolo e Atalanta di sabato pomeriggio, mentre il Chievo è tornato alla vittoria grazie al 2-1 al Bentegodi contro il Cesena. Protagonista assoluto Sergio Pellissier, vera e propria leggenda gialloblù, che ha regalato il successo grazie a una doppietta, mentre per i romagnoli aveva momentaneamente pareggiato Djuric. Campionato che tornerà tra due settimane, ora infatti c’è la sosta per gli impegni delle Nazionali.

Conte-balotelli-nazionaleTOH, TORNA BALOTELLI – A proposito di Nazionale, il ct Conte è andato controcorrente e ha richiamato in azzurro Mario Balotelli, nonostante il periodo di scarsa forma nel Liverpool dell’ex attaccante del Liverpool. Certo, ci sono gli infortuni di Osvaldo e Insigne, ma quella di Conte è stata una mossa che sa molto di stimolo per Super Mario, che adesso non può fallire l’occasione di rilanciarsi a livello internazionale. Si rivede anche El Shaarawy, mentre ci sono le novità Moretti, Soriano e Bertolacci.

LA CLASSIFICA – Questa la classifica della Serie A dopo l’undicesima giornata

1. Juventus 28
2. Roma 25
3. Napoli 21
4. Sampdoria 19
5. Lazio 19
6. Genoa 19
7. Milan 17
8. Udinese 17
9. Inter 16
10. Hellas Verona 14
11. Fiorentina 13
12. Palermo 13
13. Sassuolo 12
14. Torino 12
15. Cagliari 10
16. Empoli 10
17. Atalanta 10
18. Chievo 8
19. Cesena 7
20. Parma 6

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento