mercoledì, 16 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Appalti pilotati, sindaco
di Melfi ai domiciliari
Pubblicato il 20-01-2015


Valvano-sindaco MelfiIl sindaco di Melfi (Potenza), Livio Valvano (Psi), è agli arresti domiciliari nell’ambito di un’inchiesta su appalti pubblici pilotati. La Polizia ha eseguito alcune misure cautelari a carico di imprenditori, amministratori e dipendenti pubblici di Melfi.

La squadra mobile della questura di Potenza ha eseguito stamani un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, quattro agli arresti domiciliari (compresa quella a carico di Valvano) e ha notificato un divieto di dimora. Le ordinanze sono state emesse dal gip di Potenza, su richiesta della Procura della Repubblica. Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di turbata libertà di procedimenti di scelta del contraente, induzione indebita a dare o promettere beni e altre utilità e falso.

L’inchiesta ha portato alla luce “un sistema di malaffare esistente all’interno del Comune”. Lo si è appreso a Potenza: una persona è in carcere, quattro ai domiciliari e a un’altra è stato notificato il divieto di dimora. Il sistema aveva l’obiettivo di “far ottenere l’assegnazione di appalti e lavori pubblici in favore di imprese amiche o segnalate da amici o da politici del posto”. La Procura della Repubblica – che sta notificando, attraverso la Polizia, l’avviso di conclusione delle indagini preliminari ad altri 19 indagati – ha scoperto anche “ipotesi di intestazione fittizia di beni”.
(notizia ANSA)

Nel pomeriggio dalla Direzione nazionale del Partito è stata diffusa una nota dell’Ufficio Stampa in cui si afferma: “Apprendiamo con sconcerto la notizia degli arresti domiciliari per il sindaco di Melfi e segretario del Psi della Basilicata, Livio Valvano.  Abbiamo piena fiducia nel lavoro della magistratura e siamo certi che Valvano saprà dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati. Chiunque conosce Livio non può certo dubitare della sua correttezza e della sua lealtà”.
“Conosco @LivioValvano – scrive Maria Pisani, portavoce del segretario nazionale del PSI in un tweet – ed è una persona leale.Spero si faccia luce sulla sua estraneità ai fatti. Piena fiducia nel lavoro della magistratura.
In un comunicato “il PSI di Basilicata esprime vicinanza al segretario  regionale Livio Valvano, amministratore probo  ed onesto. Siamo sicuri che dimostrerà la sua innocenza e la sua completa estraneità ai fatti contestati. Esprimiamo  piena fiducia nell’operato  della magistratura”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento