lunedì, 25 settembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Brignano in ‘Evolushow’:
evoluzione della specie
o specie di evoluzione?
Pubblicato il 28-01-2015


BrignanoDal paradiso terrestre al digitale terrestre, dal fossile al missile passando per la trasformazione della mela di Adamo in quella di Steve Jobs. Due ore piene di racconti sui nostri tempi, l’evoluzione umana e il nostro rapporto – oramai vitale – con la tecnologia narrati da Enrico Brignano nel suo ultimo spettacolo dal titolo “Evolushow”, in scena al Teatro Sistina di Roma fino al prossimo 29 marzo.  

IL RITORNO DI BRIGNANO ALL’ONE MAN SHOW – Dopo il grande successo di “Rugantino”, l’attore romano non solo è tornato al Sistina, ma anche al one man show e al suo rapporto diretto con il pubblico. Durante il viaggio tra i millenni della storia, Brignano non tocca temi né di politica, economia o sanità “per non rovinare la serata a nessuno. Niente economia, bella solo quando dura poco. Né sanità, perché è come sparare sulla Croce Rossa. Niente presidente del Consiglio né presidente della Repubblica”. Lo aveva promesso e lo ha fatto. Il suo nuovo spettacolo mira alla comicità, quella sana, con un linguaggio che “vada al cuore e alla testa senza scendere al compromesso della volgarità”.

LO SPETTACOLO EVOLUSHOW – Ad accompagnare Brignano durante il racconto evolutivo saranno una tecnologia avanzata, un suggestivo disegno di luci, le musiche originali del maestro Capranica e le presenze virtuali che interagiranno con l’attore, creando un’atmosfera magica. Dopo aver accettato l’inevitabilità del cambiamento e del progresso – perché bisogna volgere lo sguardo al passato – sorgono spontanee alcuni interrogativi riguardo al futuro: la nostra specie può davvero parlare di evoluzione o piuttosto di involuzione?

Siria Garneri

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento