sabato, 19 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

FGS, a Ravenna dal 9
il VII Congresso nazionale
Pubblicato il 07-01-2015


Congresso-FGSDa venerdì 9 a domenica 11 gennaio si terrà a Ravenna il congresso nazionale della Federazione dei giovani socialisti (Fgs). L’assise sarà ospitata all’Aurora di via Ghibuzza, storica sede socialista Inaugurata il 1° maggio 1904 dove nella mattina di sabato 10 interverrà il Segretario nazionale del Partito Socialista sen. Riccardo Riccardo Nencini.

Non è la prima volta che il congresso nazionale dei giovani socialisti si tiene a Ravenna. Il movimento dei giovani socialisti tenne infatti a Ravenna il suo congresso nazionale anche nel maggio del 1988 e molti altri ne tenne in Emilia Romagna nel corso della propria lunga storia che dura ormai da 112 anni e che inizia col congresso di Firenze del settembre 1903.

Il congresso si aprirà venerdì pomeriggio quando, dalle 17:00, interverranno il Segretario provinciale del Psi di Ravenna Armando Menichelli e quello Comunale Giacomo La Commare, nonché Enrico Maria Pedrelli Segretario regionale della FGS dell’Emilia Romagna e Federica Gullotta dei Giovani Socialisti ravennati.

Sono molti gli ospiti di riguardo e fra essi, oltre al sen. Riccardo Nencini che parlerà nella tarda mattinata di sabato, Bobo Craxi e Luca Cefisi che interverranno alla fine della seduta pomeridiana di venerdì e infine il Vice Sindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi e il Segretario regionale del Partito Socialista dell’Emilia Romagna Francesco Castria i cui interventi seguiranno, sabato mattina, alla relazione congressuale della Segretaria nazionale uscente dei Giovani Socialisti Claudia Bastianelli.

Sono attese anche delegazioni nazionali e internazionali della gioventù socialista e di altri movimenti giovanili.

Lo slogan del congresso arrivano i lupi, che è pure uno degli hashtag dedicati – assieme a #fgs2015 e #aurorarossa, fa il controcanto a tristi ricordi sulle dittature del secolo scorso. Il congresso infatti vuole essere un forte richiamo alla necessità di salvaguardare i valori della democrazia e della libertà, proprio nel momento in cui sono resi fragili da una crisi economica e sociale senza precedenti nel secondo dopoguerra in Italia come in Europa.

Ovunque nel mondo la gioventù socialista si batte perché le risposte della politica tornino ad essere alte e le giovani generazioni tornino a riconoscersi in esse.

Un compito che non può sfuggire ai socialisti e che li richiama a rinnovare anche se stessi per riappropriarsi più nitidamente, in tutte le sedi, della loro missione che è quella dell’eguaglianza, a partire dal necessario “cambio di passo” dello stesso Partito Socialista Europeo, che pure resta il principale baluardo continentale per contrastare le politiche conservatrici.

Le conclusioni del neo eletto segretario sono previste per le 19,00 di sabato.
Domenica mattina si riunirà il nuovo Consiglio nazionale eletto dal congresso.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento