sabato, 21 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La “voce” di Napoli. Cinema
e musiche di Pino Daniele
Pubblicato il 05-01-2015


Pino Daniele e Massimo Troisi. cantano insieme 'Quando' e ''O ssaje comme fa 'o core'

Pino Daniele e Massimo Troisi. cantano insieme ‘Quando’ e ”O ssaje comme fa ‘o core’, tratto da “Massimo Troisi, Diario Tv”

Il blues partenopeo, l’anima profonda della musica di Napoli ci ha lasciato. Pino Daniele è stato stroncato da un infarto domenica notte all’età di 59 anni, i funerali saranno celebrati in forma pubblica dopodomani, mercoledì 7, a mezzogiorno Roma presso il Santuario della Madonna del Divino Amore. In lutto, però, non solo il mondo della musica perché Pino Daniele era riuscito grazie al suo talento a dare “voce” al cinema. Le sue musiche hanno accompagnato alcune delle pellicole più belle del cinema italiano, dagli esordi con il Maestro Corbucci fino al film partenopeo “Passione”. Perché Pino Daniele, come ricordava Massimo Troisi, suo grande amico scomparso vent’anni fa “è un po’ l’Eduardo (De Filippo, ndr) della canzone, un musicista che riesce a tirare fuori napoletanità e sentimento senza cadere nel folklore o nel partenopeo a tutti i costi”.

La mazzetta (1978)
A soli ventitrè anni il giovane musicista ha l’onore di firmare le musiche del film di Segio Corbucci, con Nino Manfredi e Ugo Tognazzi ma protagonista è la città di Napoli degli anni ’70 e la corruzione di cui è succube.

Ricomincio da tre (1981)
Nel film d’esordio come regista dell’attore Troisi vediamo l’inizio non solo di una costante presenza delle musiche di Pino Daniele dei film targati Troisi ma anche di un’amicizia che durerà fino alla scomparsa prematura dell’attore napoletano cresciuto come Pino Daniele nei vicoli della città partenopea.

Mi manda Picone (1983)
Pino Daniele accompagna un’altra commedia su Napoli, il film di Nanni Loy riceverà il David di Donatello e numerosi riconoscimenti cinematografici

Blues metropolitano (1985)
Un film di Piscicelli che racconta una Napoli diversa da quella delle solite pellicole istrioniche e che sarà accompagnata da due diverse canzoni firmate da Pino Daniele: Yes I know my way e Lazzari felici.
Yes I know my way

Lazzari felici

Le vie del Signore sono finite (1987)
Le musiche si amalgamano a tal punto con il film di Troisi che nel 1988 Pino Daniele pubblicherà un album “Le vie del Signore sono finite”. Da ascoltare la tenera Promenade e la bellissima Qualcosa arriverà
Promenade

Qualcosa arriverà

Se lo scopre Gargiulo (1988)
La pellicola esordio di Elvio Porta che offre uno spaccato sulle due realtà di Napoli si apre con una canzone di Pino Daniele “Jesce juorno”.

Pensavo fosse amore… invece era un calesse (1991)
Il film di Troisi sarà acratterizzato da una delle canzoni più belle di Pino Daniele “Quando”. Qui di seguito la prima volta che Massimo Troisi ascolta la canzone che diventerà la colonna sonora del suo film

Amore a prima vista (1999)
E’ sempre Pino Daniele a firmare un’altra commedia napoletana di un regista napoletano, Vincenzo Salemme.

Opopomoz (2003)
Questa volta la musica di Pino Daniele arriva anche nei cuori dei più piccoli, con un film d’animazione sempre ambientato a Napoli.

Fame chimica (2003)
L’incrocio di due destini diversi e di due amicizie incrinate dall’amore nel film firmato da Paolo Vari e Antonio Bocola, dove non potevano mancare le note di Pino Daniele.

Maradona – La mano de Dios (2006)
Il film di Marco Risi che celebra uno dei miti di Napoli per eccellenza porta con sè anche l’anima blues di Pino Daniele.

La seconda volta non si scorda mai (2008)
Il film che vede protagonista il comico napoletano Alessandro Siani è accompagnato da “O munn va” di Pino Daniele

Negli occhi (2009)
Il film documentario sulla vita dell’attore Vittorio Mezzogiorno contiene le musiche originali del cantautore Daniele, quello sarà l’anno in cui riceverà il prestigioso “Award for platium Album” al Wind Music Award, l’anno seguente riceverà anche “Award for Career” sempre al Wind Music Award.

Passione (2010)
In un film in cui lo stesso regista ha scelto la colonna sonora non poteva mancare il contributo di Pino Daniele con la sua “Napul’è”, qui magistralmente interpretata con un altro dei big della musica, Eric Clapton.

Maria Teresa Olivieri

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento