mercoledì, 23 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Lettera aperta a Giorgio Napolitano
Pubblicato il 27-01-2015


Egregio Presidente Giorgio Napolitano,

è con onore e gioia che la Federazione Giovani Socialisti dell’Emilia-Romagna le dà il benvenuto nel gruppo PSI al Senato. Abbiamo voluto scrivere questa lettera insieme, ed è perché abbiamo voluto raccogliere il pensiero di tutti, che questa lettera è stata fatta con un po’ di ritardo. Con vivo orgoglio infatti, abbiamo appreso della Sua decisione di sedere, tra gli scranni di Palazzo Madama, accanto ai nostri compagni senatori. Sapere che il Presidente delle Repubblica uscente, e senatore di diritto, abbia deciso di avvicinarsi agli ideali del socialismo riformista è motivo, per noi giovani socialisti, di grande soddisfazione. Sappiamo che nonostante la sua militanza nel Partito Comunista, da sempre si è dimostrato aperto al dialogo e alla cooperazione costruttiva con le altre forze politiche, in particolare con chi, come Lei, guardava al socialismo europeo. Un ringraziamento anche per i suoi costanti sforzi di avvicinare i giovani alla Cosa Pubblica, ai suoi richiami per unire il Paese in un momento di grave crisi economica e sociale. Da sempre i socialisti, e i giovani socialisti, si sono impegnati, e si impegneranno, per una maggiore giustizia sociale. È tempo di un profondo cambiamento di mentalità nella società italiana. Il lavoro deve ritrovare la sua centralità nella crescita materiale e spirituale del Paese, coerentemente con la nostra Costituzione, fonte di saggezza e faro nella notte. Da giovani pieni di entusiasmo e ottimismo ci scagliamo indignati, come Lei Presidente, contro la corruzione il malaffare, anche alla luce dei recenti fatti a Roma, come vero Cancro di questa povera Italia.

Le auguriamo di continuare con vigore le sue battaglie in Parlamento e di battersi insieme a noi sui temi di interesse nazionale. Un fraterno saluto e buon lavoro

Enrico Maria Pedrelli, Francesco Bragagni, Federica D’Isita, Giovanni Borelli, Leonardo Uba, Manuele Franzoso

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Bravi ! E’ l’entusiasmo e l’ottimismo che sono necessari per rilanciare il Socialismo in Italia. Il coraggio non vi manca, perché alle scelte opportunistiche di chi sale sul carro del vincitore di turno, avete scelto di prendere il testimone di una bandiera che con i suoi valori da oltre cento anni indica come costruire una Società a difesa dei più deboli e che ora ha la necessità di essere rimodulata verso un nuovo Modello di Sviluppo.
    Un fraterno abbraccio da Nicola Olanda

  2. BRAVI RAGAZZI.
    Per me è motivo d’orgoglio appartenere alla vostra stessa squadra.
    Il saluto che avete rivolto al presidente Napolitano per aver scelto di sedere sugli scranni del Senato insieme ai nostri Senatori.
    VI FA ONORE !

Lascia un commento