martedì, 17 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Nadia Borghi:
La memoria corta di Vecchi
Pubblicato il 14-01-2015


Direttore,

la strage di Parigi ha fatto sì che si parli del diritto sacrosanto di espressione e tutte le istituzioni hanno dimostrato sdegno per questo divieto imposto da estremisti che non hanno esitato ad uccidere chi per mestiere pubblicava un giornale satirico.

Non è compito nostro giudicare se la satira in questione fosse accettabile o meno ma è sicuro che non si uccide per questo. Ciò che invece ci ha fatto sobbalzare dalla sedia sono state le dichiarazioni del nostro Sindaco Vecchi che l’11 gennaio scorso, in occasione della manifestazione promossa in solidarietà ai fatti di Parigi ha detto che “l’attacco al diritto di espressione è grave perché sta alla base del nostro vivere democratico e civile”; purtroppo Vecchi ha la memoria corta e probabilmente non ricorda che nella scorsa consiliatura, quando proprio lui era il capogruppo del partito di maggioranza in consiglio comunale, fu lui stesso tramite i suoi sudditi consiglieri a far togliere il diritto di espressione a 8600 cittadini reggiani che avevano chiesto un referendum per di più consultivo. Predicare bene e razzolare male è tipico di questi signori che per dovere istituzionale pronunciano frasi fatte senza coerenza, come possono essere credibili?

Caro Vecchi, prima di parlare bisogna riflettere perché chi è stato ingannato pur avendo ragione non dimentica, e noi non dimenticheremo mai quanto è stato tramato contro di noi per tradire i reggiani che altro non chiedevano che un referendum previsto dallo statuto comunale, e per di più consultivo.

E poi si meravigliano se la gente non va più a votare?

Nadia Borghi

Reggio Emilia, 14 gennaio 2015

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento