giovedì, 17 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Stamina. Arriva DL Lorenzin contro le cure “truffa”
Pubblicato il 22-01-2015


Stamina-curaArriva in Italia un Decreto, firmato dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, per evitare che ai pazienti vengano somministrate terapie senza controlli, non solo al di fuori dalle regole di buona preparazione ma anche senza autorizzazioni e test successivi. Il provvedimento manda in pensione il vecchio “decreto Turco” sulle cure compassionevoli, restringendone fortemente il campo d’azione, le terapie non ancora testate potranno essere somministrate “esclusivamente in un ospedale pubblico, clinica universitaria o istituto di ricovero e cura a carattere scientifico siti nel territorio nazionale”.

Stop quindi ai trattamenti di cellule staminali nei sottoscala e il Decreto limita anche il potere discrezionale dei giudici affidando all’Aifa, l’ Agenzia italiana del farmaco, tutti i poteri di autorizzazione e controllo sui cosiddetti “medicinali per terapie avanzati, preparati su base non ripetitiva”, ossia non industrialmente. All’Agenzia del farmaco spetterà anche valutare gli esiti del loro impiego. Il rilascio della autorizzazione comporterà altri obblighi a carico del produttore: il rispetto della normativa sulla qualità e sicurezza e la tracciabilità del prodotto e del paziente trattato, cosi’ come l’obbligo di segnalazione di farmacovigilanza.

La mancanza di cure alternative permette la preparazione di farmaci definiti ”su base non ripetititiva”, ma per evitare altre vicende come quella Stamina il ministro della salute Beatrice Lorenzin stringe le maglie normative, firmando un decreto che fissa nuove regole per garantire la sicurezza dei malati.

“Metterà i pazienti al riparo da possibili truffe e speculazioni come, purtroppo, avvenuto in occasione della vicenda Stamina”, ha detto Lorenzin. ”Il Decreto che ho firmato – ha sottolineato il Ministro Lorenzin – è importante perché regolamenta in maniera stringente la preparazione su base non ripetitiva e l’utilizzo di medicinali per terapie avanzate al di fuori delle sperimentazioni cliniche, limitandoli esclusivamente a ospedali pubblici, cliniche universitarie o istituti di ricovero e cura a carattere scientifico”.

Liberato Ricciardi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento