sabato, 16 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Territori Occupati, Netanyahu
dà il via a nuovi insediamenti
Pubblicato il 30-01-2015


Ghilo-israele-palestinaIl governo israeliano – secondo quanto reso noto dalla Ong Peace Now – ha riproposto annunci di appalto per la costruzione di 450 nuove abitazioni nei Territori Occupati. Gli appalti riguardano gli insediamenti in Cisgiordania a Kiryat Araba (102 alloggi), Adam (114), Elkana (156), Alfei Menashe (78) e includono anche Maaleh Adumim ed Emmanuel, dove saranno costruiti un albergo ed uffici di vario genere.

Sempre secondo Peace Now, nel rione ebraico di Ghilo (Gerusalemme est) sono inoltre in fase iniziale di progettazione altri 93 alloggi. “Si tratta – afferma Peace Now – di una mossa pre-elettorale” in vista delle politiche del 17 marzo. “Dopo aver imbarazzato l’amministrazione Obama con l’invito al Congresso, – afferma la Ong – il premier Benyamin Netanyahu dà adesso un altro schiaffo in faccia agli americani e mostra che Israele non ha rispetto verso il suo più stretto alleato”.

Alla denuncia di Peace Now si aggiunge quella di Khalil Tafakji, direttore del Dipartimento mappe dell’Associazione di studi arabi, secondo cui il governo israeliano approverà la costruzione di 2500 nuove unità abitative nell’insediamento di “Efrat” a sud-est di Betlemme. Per il network Palestinian News, al Tafakji ha osservato che le nuove unità occuperanno un’area di centinaia di dunum (1 dunum=1000mq) appartenenti a cittadini palestinesi di Kherbat Nakhla e che la decisione di espandersi è stata presa sebbene il caso sia ancora “all’esame” della corte israeliana. Si stima che circa 500 mila coloni vivano oggi in insediamenti residenziali e avamposti in tutta la Cisgiordania occupata e a Gerusalemme Est, in violazione del diritto internazionale.

Redazione Avanti!

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento