sabato, 16 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Una sosta
Pubblicato il 22-01-2015


Sono costretto a chiedere scusa ai miei lettori. Ma alcuni inconvenienti mi costringono a sospendere i miei editoriali giornalieri. Ho fissato un appuntamento col segretario nella giornata di giovedì prossimo in cui spero vengano chiarite tutte le questioni che stanno alla base della mia scelta e rispetto alle quali nulla è imputabile alla segreteria del partito.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. L’avanti non è una questione personale .
    Mi dispiace direttore ma un comunicato di questo genere si presta a molteplici interpretazioni.
    Confesso che la cosa mi sgomenta!
    Mi auguro che prevalga il senso di responsabilità, in un momento così delicato non deve mancare una guida e una voce autorevole come quella del direttore.

    Cordiali Saluti

  2. Brutta notizia!!! Anche se, sinceramente, penso che i socialisti in Parlamento non rappresentino l’idea di Socialismo che invece sta filtrando molto apertamente da questa testata giornalistica.
    Mi auguro che, dopo l’approvazione del Jobs Act e di questo anti-democratico Italicum, si cambi rotta.
    Io intanto… la tessera non la faccio sino a che il PSI sarà componente PD (di questo PD).

  3. Caro Direttore la aspettiamo il prima possibile perché ritorni a guidare il dibattito sul nostro glorioso giornale che grazie a lei e’ ritornato ad essere punto di riferimento e di incontro per i socialisti.
    Avanti! Direttore

  4. Sono pronta a scrivere 1000 commenti tutti dello stesso tenore. Questo: “Il Direttore Mauro del Bue deve continuare a fare il Direttore dell’Avanti on line con le modalità, libertà , risorse e certezze che ha avuto sinora, anzi, anche maggiori. Ha grandi meriti, è un Signor Direttore, è bravo, anzi bravissimo, è quello che ci vuole per una testata che ha saputo risollevare e riportare a una qualità addirittura superiore a quella di blasonati quotidiani italiani.”

  5. Stimatissimo Direttore, l’intuizione che ho avuto nel riprendere la tua affermazione da me condivisa di appoggiare la posizione dei dissidenti PD(mozione Gotor del Senato per intenderci) credo sia la causa o la goccia che ha fatto travasare un vaso pieno di intuizione e libero pensiero il tuo, non apprezzato/tollerato da QUALCUNO.
    P.S. Partito della Nazione PN, con moltissime analogie al Partito Nazionale fascista, fondato da sedicenti socialisti, corsi e ricorsi storici.

  6. Carissimo Direttore
    Conoscendo la tua storia e il tuo spirito libero, io e i lettori dell’Avanti, che non solo socialisti, ci auguriamo che le motivazioni che stanno impedendoti di trasferirci le tue acute analisi, non siano motivate da censure o da fattori che tendano a limitare la tua libertà editoriale. Se dovessimo essere informati in tal senso sin da ora inizieremmo a gridare: “ Je suis Mauro Del Bue ”.
    Abbiamo ancora presente nei nostri cuori il tuo editoriale “ Je suis socialiste” con cui riassumevi in maniera efficace la crisi d’identità che attraversano in Europa le principali culture politiche tra cui quella socialista, che in Italia si sposa con la quasi cancellazione dalla scena politica del PSI nella Seconda Repubblica.
    Come abbiamo ancora nella nostra mente il tuo editoriale sul filosofo Parmenide attraverso il cui “per essere ”, cioè per potere esistere come PSI, indicavi che occorre formulare delle idee, saperle comunicare e formulare delle proposte concrete nel presente affinché qualcuno si accorga della nostra esistenza.
    Aspettiamo di conoscere al più presto la verità, anche se spiacevole, e ti suggerisco di intitolare il tuo prossimo editoriale come fece Enzo Tortora quando gli consentirono di tornare a parlare in televisione:
    “ Dove eravamo rimasti ??? ”
    Fraternamente da Nicola Olanda

  7. Qualunque cosa sia accaduta spero si risolva al più presto. L’Avanti, sotto la direzione del compagno Del Bue, è l’unico luogo in cui noi socialisti possiamo confrontarci per crescere.

  8. Anche se spesso non ho condiviso gli editoriali del Compagno Del Bue, gli rivolgo forte solidarietà se tra gli inconvenienti ci fosse un inammissibile e anche indiretto intervento di “censura”. Ha il merito di animare buoni e stimolanti dibattiti che devono continuare e incrementarsi.

  9. Quale socialista non iscritto al PSI – intendo quello attuale – non posso entrare nelle questioni che attengono ai rapporti tra Direzione del giornale e Direzione del partito, o che comunque riguardano aspetti politici, se di questo avesse a trattarsi.

    Certo è che con questa Direzione editoriale mi è stato possibile intervenire su argomenti vari, per esprimere, e semmai confrontare, le mie opinioni al riguardo, e mi sento, semplicemente, di non doverlo sottacere.

    Paolo B. 22.01.2015

  10. Immaginiamo tutti le cause che ti hanno portato a questa “sosta forzata”. Ribellati e ribelliamoci tutti a questa nullità di pseudo dirigenti socialisti (segretarion in testa)!

  11. Su un altro giornale è da giorni presente una signorina non propriamente casta la quale espone delle teorie che con la filosofia hanno ben poco a che fare ed è li da giorni .esprimendosi con una scurrilità completamente fuori luogo.Se fosse censura ,mi auguro di no, perchè significherebbe che stiamo prendendo una brutta piega,proprio il Direttore Del Bue dovrebbe essere colpito??
    Ci faccia sapere per cortesia:Oscar

  12. Caro Direttore, ho avuto molte volte idee diverse dalle tue, ma grazie alla tua direzione del giornale ho trovato un modo di “sopravvivenza politica” diversamente difficile da praticare. Mi auguro che gli “inconvenienti” non siano di natura censoria, anche se vista la tua posizione indipendente dal renzismo imperante, mi sorge più di un dubbio! facci sapere

  13. Spero vivamente che il direttore possa tornare a scrivere i suoi editoriali che costantemente leggo e approvo. Questo giornale, seppur on-line, sta dando, e mi sta dando in prima persona, un motivo per cui crescere e riconoscermi nei principi di un sano socialismo italiano. Un augurio per tutto il lavoro che è stato fatto, e che si sta facendo per portare Avanti! questo giornale,
    Manuele Franzoso

  14. Voglio augurarmi con tutto io cuore che questa decisione non sia dovuta ad una qualsiasi censura sui suoi scritti. Sarebbe veramente una cosa gravissima per un partito che ha sempre messo al centro, ancor prima della sua nascita, la libertà d’espressione. Fra l’altro, come hanno sottolineato tanti su questa testata si è da tempo aperta una discussione sul partito e sull’essere Socialisti che è veramente apprezzabile. La mia totale ed incondizionata solidarietà con la speranza di una proficuo ed esponenziale ritorno al confronto politico.

  15. Caro direttore, meriti il massimo rispetto! Come socialista ritengo che hai ridato dignità ad una testata che era stata offesa con un suo facsimile taroccato. Quando si parla dell’Avanti ora tutti si riferiscono a Mauro del Bue.

  16. Direttore, ma che è successo? Censura? Dissenso politico con la Segreteria? Non credo con la Direzione, perché non è stata convocata per eventuali problemi con la Direzione del quotidiano ufficiale del Partito. Allora? I’AVANTI! deve essere comunque la sede di un libero dibattito tra compagni, perché il confronto e l’elaborazione di idee e proposte non necessariamente confliggono con la linea editoriale espressione delle posizioni del Partito . Aspetto,con interesse, la ripresa degli editoriali del Direttore.

  17. Direttore, il comunicato dice e non dice, non voglio neppure pensare si tratti di questioni di libertà di pensiero o cose del genere Hai costruito l’unico strumento di confronto democratico ancora presente nel partito e tra i socialisti iscritti e non, per cui una cosa è certa, il tuo/ nostro Avanti non si tocca, la tua direzione non si tocca. MAURO, SEI TUTTI NOI !!

  18. Spero che gli “inconvenienti” enunciati dal Direttore vengano superati al piu’ presto: l’Avanti on line e’ un ‘ottima palestra di confronto tra “hombre vertical” e tale deve mantenersi.

  19. Caro Direttore, è grazie a te che l’Avanti! è ritornato ad essere il giornale dei socialisti. Libero e democratico. Con opinioni e commenti spassionati che creano dibattiti e riflessioni. Mi auguro che tu possa ritornare ad esprimerti. Ti faccio i migliori auguri.

  20. Il Direttore ha fatto un comunicato onesto e rispettoso. Evitiamo inutili commenti e attendiamo i fatti. È comunque giusto che sappia che condividiamo la linea che ha dato al giornale e le opinioni di recente espresse.

  21. Caro Direttore spero vivamente che non ci siano pressioni o censure, sul suo operato, certe volte non si può essere d’accordo ma l’Avanti da lei diretto rappresenta l’unica piazza dove si possano discutere argomentazioni socialiste anche senza essere iscritti al partito, cerchi di non mollare

Lascia un commento