domenica, 21 gennaio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Morbillo e rosolia
l’Italia è a rischio
Pubblicato il 05-02-2015


Vaccini-Rosolia-morbilloIl 2015 è il termine ultimo fissato dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per eliminare morbillo e rosolia in Europa, ma l’Italia è in ritardo. Ad affermarlo è l’Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici (Waidid), dopo l’incontro a Copenhagen dell’Oms per fare il punto sulla campagna di vaccinazioni nei Paesi UE contro il morbillo e la rosolia congenita. I dati italiani risultano ancora incompleti e per questo l’Oms, annuncia l’Associazione, “ha chiesto un incontro urgente in Italia con il ministro della Salute a marzo”.

Eliminare il morbillo “non è semplice – osserva Susanna Esposito, presidente della Commissione Oms per l’eliminazione di morbillo e rosolia congenita e Presidente Waidid -; è una malattia estremamente contagiosa e per interromperne la trasmissione sono necessarie coperture vaccinali molto elevate con due dosi di vaccino. In Italia, però, le coperture vaccinali sulla prima dose si attestano intorno al 90% a fronte dell’obiettivo minimo del 95%, mentre quelle sulla seconda dose, nelle Regioni dove i dati sono stati raccolti, risultano ben inferiori agli standard richiesti (meno dell’85% rispetto all’obiettivo del 95%). In Italia, quindi, gli obiettivi di copertura vaccinale non sono stati ancora raggiunti”. È quindi “fondamentale il coinvolgimento della classe politica italiana e purtroppo ad oggi i dati definitivi del report italiano, nonostante ripetuti solleciti, non sono neanche stati inviati e quelli disponibili risultano incompleti”, rileva Esposito.

Secondo i dati ISS, in Italia nel mese di ottobre 2014, sono stati segnalati 47 casi di morbillo, portando a 1620 i casi da inizio anno con un’incidenza maggiore in Liguria con 12,4 casi per 100.000 abitanti, seguita da Piemonte, Sardegna e Emilia-Romagna. Sempre a ottobre 2014 sono stati segnalati 2 casi di rosolia, portando a 19 il totale delle segnalazioni da inizio anno. In Europa, negli ultimi 4 anni sono stati registrati oltre 100 mila casi di morbillo e 90 mila di rosolia.

(Fonte Ansa)

Se scegli di non vaccinare tuo figlio, informati sui rischi e le responsabilità

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento