lunedì, 25 giugno 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
morbo di Alzheimer,
patologia domestica
Pubblicato il 09-02-2015


Un primo passo di via telematica evidenzia l’iniziativa ultra-ventennale dell’Associazione Alzheimer Italia che dal 1993 gestisce il servizio telefonico per sostegno, assistenza ed orientamento a malati  e famiglie. La pagina “Cittadini” di Televideo, curata da Gabriella Ramoni, indica percorsi solidali per non lasciare soli i bisognosi di aiuto. Le notizie sulla consistenza ufficiale di quella patologia sono sconvolgenti. Ben 600mila persone in Italia sono affette da Alzheimer. La malattia in sintesi è un processo degenerativo che colpisce le cellule cerebrali, provoca il declino delle funzioni cognitive nonché il deterioramento della personalità e della vita di relazione. Ben 135mila richieste di aiuto sono state raccolte da uno staff di “Pronto Alzheimer” che offre in via telefonica informazioni, supporto psicologico, consulenza in materia legale, previdenziale e sociale.

Circa la prevalenza di genere dei malati la priorità riguarda il settore femminile. Sembra che l’Alzheimer sia patologia domestica invalidante di donne con esordio prevalentemente senile e prognosi infausta. L’anamnesi della persona malata della demenza di Alzheimer è sempre multiforme. Dipende dalla personalità del singolo paziente, dalle sue condizioni fisiche e psichiche, nonché dall’educazione, dalla cultura e dall’ambiente. Secondo un interessante vademecum Alzheimer dell’A.I.M.A. di Milano si distinguono 3 fasi della malattia demenziale in un arco temporale di progressiva criticità che dura dai 7 ai 17 anni.

Stare con il malato non  è semplice perché chi si prende cura di un malato di Alzheimer (il caregiver) per poter essere un efficace curante, deve conoscere la malattia e le conseguenze che essa ha nel comportamento del malato. Due validi supporti operativi sono stati sintetizzati dall’A.I.M.A. La prima edizione racchiude 19 tematiche di sostegno che vanno dall’abbigliamento all’uso della televisione. Dalla nuova edizione del Vademecum Alzheimer si evincono 10 tematiche, dai deliri al Wandering. Questo “strillo” vuole essere una dinamica per sollecitare opinioni e commenti sul tema: fino a quando il malato di Alzheimer è una persona?

Manfredi Villani 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento