martedì, 16 gennaio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Sosteniamo l’Avanti!
per dare voce ai Socialisti
Pubblicato il 01-02-2015


Nella sua storia il nostro Avanti! ha subito tante devastazioni da cui con il lavoro dei socialisti e la generosità dei suoi lettori è sempre risorto.

Ricordo che ai tempi della Prima Repubblica il nostro Avanti! si trovava giornalmente nelle edicole e i Socialisti ne promuovevano la vendita straordinaria dell’edizione della Domenica. Nella Seconda Repubblica, con la segreteria Boselli, il nostro Avanti originario è uscito per un certo periodo solo la Domenica e poi altri lo hanno modificato graficamente facendolo precedere da una “ L ” più l’apostrofo, per porlo in edicola come l’Avanti. Poi ad infangarne il nome è arrivato Lavitola e più recentemente disponiamo dell’odierno Avanti on line.

Per me, e sono sicuro per tutti coloro che si collegano con l’Avanti on line, è come avere ritrovato la grande Casa Socialista. Questa sensazione e questa passione politica che si rianima, l’avvertiamo anche perché molte Sezioni sono scomparse, e in quelle poche rimaste il dibattito e l’azione politica trovano difficoltà a manifestarsi. Siamo in tanti a leggerlo e a commentarlo: se fossimo ai tempi dell’antica Grecia, l’Avanti! attuale potremmo rappresentarlo come un’Agorà socialista. Dai dati che ci ha fornito la Redazione le visualizzazioni dell’Avanti! nel 2014 sono state di un milione e mezzo e si valuta che il numero dei suoi lettori si sia triplicato: L’Avanti è diventato pertanto una vera Tribuna Politica.

Apprendere questi dati positivi dell’Informazione prodotta dall’Avanti on line, mi trasferisce quell’euforia che si prova quando si festeggia un lieto evento famigliare.

Per noi socialisti e per tanti lettori, vedere rifiorire questo nostro albero secolare, è come potere tornare a gioire quando con i suoi segni si annuncia la Primavera. Impegniamoci a nutrire l’Avanti con le nostre idee e con quelle di tanti altri che, riscoprendolo, possono contribuire ad alimentarlo e ad evitare che il terreno in cui vive non possa più essere inquinato. In questo modo consentiremo che la sua crescita risulti sempre rigogliosa ed i suoi frutti sempre più copiosi.

Spero che gradirete di avere inserito in fondo i nomi di tutti coloro che hanno inviato uno o più commenti sugli editoriali del Direttore Mauro Del Bue dall’inizio del dicembre 2014 al 22 gennaio 2015 (giorno della pausa del Direttore). Chiedo scusa se mi è sfuggito qualcuno.

Non ho inserito tutti coloro che hanno offerto la loro collaborazione nelle Rubriche “Opinioni e Commenti”, “Lettere al Direttore” ed i giornalisti della Redazione dell’Avanti, che dobbiamo ringraziare tutti di cuore anche per il prezioso contributo che potranno offrirci in futuro.

Quando aprite l’Avanti on line, cliccate sempre sugli spazi pubblicitari, in quanto con questa operazione contribuiamo ad aumentare il contributo economico derivante dalla Pubblicità

Nella Seconda Repubblica, per quasi 15 anni il nome del PSI è scomparso nello schieramento della Sinistra.

Dalle rilevazioni che fa Mentana sul “la7 ”, il massimo dei voti che ci è stato attribuito è stato dello 0,9% mentre di recente la sigla del PSI è scomparsa. Si potrebbe ipotizzare che attualmente il voto socialista derivi principalmente dallo zoccolo duro dei “ nostalgici ”.

Avendo noi stessi contribuito all’anonimato e alla perdita della nostra autonomia, nella sostanza per 15 anni il nome del PSI è scomparso. Molti si sono dimenticati della sua esistenza e rischiamo che le nuove generazioni forse lo conosceranno sui libri di Storia, se questi saranno letti.

Dai dati fornitici dalla Redazione non è detto che i lettori siano solo gli iscritti o gli elettori socialisti, ma anche coloro che vogliono conoscere e comprendere per valutare un domani se sostenerci sulle nostre idee e i nostri programmi di cambiamento dell’esistente. Oltre ai nostalgici abbiamo bisogno anche di coloro che devono rappresentare il futuro.

Evitiamo che l’Avanti! sia utilizzato strumentalmente per fare il “tifo” alla carica di Segretario di qualche compagno, anche se meritevole di quest’onore. Esiste già il Sito del PSI che secondo me dovrebbe strutturarsi anche per consentire la democratica competizione fra i candidati alle cariche politiche.

Non trasferiamo quindi sull’Avanti! questa tipologia di competizioni ma riserviamogli invece il ruolo di un Giornale che vuole avere l’ambizione di appartenere solo ai suoi Lettori.

Di fronte a questa critica situazione del PSI e del fenomeno dilagante dell’antipolitica e dei partiti personali, il consolidamento e il ruolo dell’Avanti! diventa fondamentale e vitale per continuare a fare esprimere i Socialisti, a fare sopravvivere la loro cultura e a non disperdere la Memoria della nostra Storia. In sintesi per contribuire a garantire l’avvenire del Socialismo italiano.

Il sostegno finanziario su cui il PSI può fare affidamento si assottiglierà ulteriormente con la legge che fissa al 2017 la fine del finanziamento pubblico ai Partiti. Questa critica situazione finanziaria si ripercuoterà come conseguenza anche sull’Avanti on line considerando che non usufruisce di alcun contributo per l’Editoria.

Dopo avere quasi perso il Partito, non possiamo permetterci di fare scomparire anche la Voce dei Socialisti che si esprime principalmente con l’Avanti on line.

L’Avanti! è stato testimone della Storia, ma l’ha fatta anche attraverso i suoi giornalisti e i suoi direttori. Noi come Socialisti e suoi LETTORI dobbiamo, con il nostro sostegno economico, consentire che possa continuare a scriverla.

Un abbraccio fraterno a tutti da Nicola Olanda

Nr. 136 “ Commentatori ” agli Editoriali del Direttore Mauro Del Bue dal 1 dic. 2014 al 22 gen. 2015

Anna Maria c1, Aldo, Alfonsino, Andreani, Angelo, Andreini, Antognetti, Antonioni, Assogna, Barbara, Bassoli, Bobo Craxi, Beatriz Gonzales, Bertaccini, Besostri, Bernazzali, Bini, Bisoni, Bongio, Brancaleone da Norcia, Bravi, Brienza, Brizzi, Bucci, Bulzacchelli, Caciolli, Calluori, Campopiano, Camellini, Carlo 1951, Carlo F Casasanta, Cellino, Cerfogli, Claps, Claudio47, Cerulli, Colombo, Costantini, , Cristante, Cutini, D’Agostino, Dandil di Las, Davide T., Di Vaio, DR, Esposito, Fabbri Elisa, Faini, Fareri, Fasano Bianca, Fedato, Felici, Fortunati, Francesco, Franci, Franco da Rif, Gaboardi, Garrano, Giacomo, Gianbuonomo, Gianmario, Giannelli, Giannellini, Giannini, Giovanni, Giuseppe, Grassi, Guidetti, Iacono, Isabella Ricevuto Ferrari, Lasagni, Lenzi, Leonardo, Leoni, Longo, Lorenzo, Lotti, LP, Luigi, Luis, Lunghi, Lupis, Luppichini, Lusardi, MaIn, Macry, Mainolfi, Manoleto, Maria, Massimo, Maria Grazia Vinciguerra, Melis, Mercanzin, Michela, Minardi, Mister, Molinari, Musmeci, Napoleoni, Nazzi, Olanda, Orrù, Oscar, Paolo B, Parisi, Pecheux, Pelle ,Pioppi, Piras, Potenza, Prampolini, Ramadori, Ranieri, Renata, Ricci, rob 52, Robertino, Robledo, Rolando P., Romagnoli, Ruggiero, Ruvinetti, Saullo, Savino, Silvestri, Simoncini, Sposi, Stefano, Tellini, Tino, Tiziana Ficacci, Tomassoni, Ugo, Ubertini, Valeria Manini, , Vidoli, Vincenti, Vitangeli, Kawa , 666.

Il sostegno economico all’Avanti! si può fare con Bollettino Postale: c/c nr. 87291001

intestandolo a Nuova editrice Mondoperaio srl

indicando come Causale “ contributo per l’Avanti!

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Bellissimo articolo compagno!! Una sola precisazione: non clicchiamo troppo sugli annunci pubblicitari! Perché c’è un contatore che se vede troppe persone cliccare e troppo poche comprare qualcosa, non solo smette di dare i soldi della pubblicità, ma detrae anche tutti quelli che dovevano essere dati fino a quel momento..mi pare di aver capito cosi. Effettivamente sarebbe stato troppo facile! Per cui non abusiamo troppo di questa cosa

      • Carissimo Adalberto
        Mi fa piacere che mi consideri un giovane a cui consigli d’impegnarsi in politica. In realtà è l’ideale socialista che continua a scorrermi con la stessa passione nell’intimo anche con il passare del tempo, mentre gli anni fra circa quattro mesi suoneranno 81 rintocchi.
        Il compagno Enrico Pedrelli, che ti precede nel commento, ne ha 18, e la sua grande passione che ha testimoniato nella lettera a Napolitano e nell’Organizzazione del Congresso della FGS, mi fa sperare che il mio amore per il Socialismo, il tuo, quello di chi continua a crederci, e quello di tutti coloro che ci hanno preceduto, NON SI SPEGNERA’ MAI.
        Grazie al compagno Luigi Sposi e a tutti coloro che lo hanno fatto o lo stanno per fare nel sostenere anche economicamente l’Avanti.
        Rinnovo a tutti il mio abbraccio fraterno
        Nicola Olanda

Lascia un commento