martedì, 12 dicembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Alessio Caperna:
Perché aderire al Psi
Pubblicato il 31-03-2015


Ho aderito al Psi perché sono socialista, perché sono per il pluralismo, trovo giusto che non vi siano idee dominanti su altre, trovo giusto che vi sia un’ampia possibilità di scegliere come vivere, cosa fare, a che scuola andare, e se confessionale la scuola privata deve essere senza oneri per lo stato.

Ho aderito al Psi perché è un partito eretico, che è da sempre dalla parte dei lavoratori, delle fasce deboli, perché è un partito plurale, ove vi è ampia libertà di manifestare le proprie idee, perché il Psi è l’unico nel panorama politico, che propone il vero riformismo, che propone la cogestione delle imprese, è un Partito che celebra i congressi nazionali, regionali, provinciali e sezionali, con regole democratiche, precise e puntuali.

Ho aderito al Psi, perché ha ed è nel suo stesso esistere una storia di libertà, che persegue una società più giusta, più umana, più solidale, più equa, più bella. Ho aderito al Psi, perché amo i principi promananti dalla Rivoluzione francese di libertà eguaglianza e fratellanza e dalla Comune di Parigi.

Ho aderito al Psi perché credo, da marxista libertario e bakuniano, che le ingerenze statuali nella vita delle persone siano orribili, alienanti e figlie di una concezione statale ottocentesca, hegeliana etico gentiliana. Ho aderito al Psi, perché preferisco il diritto all’eresia di Turati alla visione leninista rielaborata da Antonio Gramsci.

Ho aderito al Psi perché è l’unico partito politico che voleva salvare Aldo Moro. Ho aderito al Psi perché è il partito che ha una perfetta sintesi d’idee tra l’anarchismo, il liberalismo sociale, il marxismo riformista turatiano e saragattiano. Ho aderito al Psi perché il Psi è più per l’individuo che per lo Stato (astrazione, finzione  giuridica, diretta proiezione del capitale).

Ho aderito al Psi perché penso che i diritti civili di terza generazione siano indispensabili, quindi sì al matrimonio di e tra tutte le diverse forme di sessualità, sì ad una Legge sul fine vita, sì alla facilitazione dell’aborto ( vi sono regioni in Italia ove la obiezione di coscienza supera il 90 %, ed in tal modo si vanifica, di fatto, la legge sull’aborto, lo si rende un Diritto sulla carta).

Ho aderito al Psi perché era il Partito di Pietro Gori, di Andrea Costa, di Filippo Turati, di Anna Kulisciov, di Sandro Pertini, di Matteotti, di Raniero Panzieri, di Pietro Nenni, di Giuseppe Saragat, di Riccardo Lombardi, di Bettino Craxi. Ho aderito al Psi perché sono garantista, perché credo che vi sia urgente bisogno di una riforma della giustizia che davvero renda pari l’accusa e la difesa, che separi le carriere dei magistrati con due distinti CSM, che demandi le decisioni sulla libertà delle persone non più a giudici monocratici ma a un collegio giudicante.

Ho aderito al Psi perché vuole estendere i diritti a chi ne è privo. Ho aderito al Psi perché non mi sono mai piaciuti i populismi, identitari e irrazionali.

Perciò ho aderito all’attuale Psi, fondato nel 1892 ed è Avanti da più di 123 anni.

Alessio Andrej Caperna                                             

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    

 

       

 

 

 

 

 

 

 

 

 

    

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Grazie Alessio per la tua adesione. Io assieme ad altri compagni continuiamo ad aderire a quanto tu ci ricordi di non dimenticare.
    Un abbraccio fraterno da Nicola Olanda.
    Je suis socialiste

Lascia un commento