venerdì, 20 aprile 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

‘Billy Elliot’: il nuovo
musical sbarca
al Teatro Sistina
Pubblicato il 20-04-2015


Billy Elliot il musical al Teatro Sistina

Billy Elliot il musical al Teatro Sistina

Dopo i successi di  “The Full Monty”, “Jesus Christ Superstar” , “7 spose per 7 fratelli” e il recentissimo “Tutti insieme appassionatamente”, dal prossimo 5 maggio il palco del teatro Sistina verrà rianimato con il nuovo e attesissimo musical di “Billy Elliot” targato Peep-Arrow Entertainment, la casa di produzione teatrale diretta dal regista Massimo Romeo Piparo, che nell’ultima stagione di uno dei più famosi teatri romani ha registrato i più grandi record con i suoi spettacoli coinvolgenti adatti a un pubblico di tutte le età.

Billy Elliot nasce come film – vincendo 4 premi Oscar, tra cui Migliore Regia, Miglior attrice non protagonista e Miglior sceneggiatura originale –  ed esce per la prima volta nelle sale cinematografiche del Regno Unito il 29 settembre 2001. La pellicola è ispirata alla storia vera del ballerino Philip Mosley  – interpretato da Jamie Bell – e narra la vicenda di un ragazzino di 11 anni e del suo sogno di diventare un ballerino classico, con tutti gli ostacoli che deve affrontare  tra i quali il padre – un minatore del carbone – ,  che lo vuole pugile. Lo sfondo del film è quello dello sciopero dei minatori inglesi del 1984, a causa della chiusura delle miniere seguita dai provvedimenti presi dall’allora primo ministro  Margaret Thatcher.

Dalla sceneggiatura del film, Melvin Burgess ha scritto l’omonimo romanzo, edito in Gran Bretagna nel 2001 e in Italia nel 2002 e nel 2004, la rivista Total Film premia Billy Elliot come il 39esimo miglior film inglese di tutti i tempi. Nel 2005, La produzione teatrale musical di Stephen Daldry – il regista della pellicola –  trasforma il capolavoro in un musical,  che debutta al Victoria Palace di Londra e descritto dal “The Telegraph” come il miglior musical  inglese.

La versione musicale inglese nasce soprattutto da un’idea di Sir Elton John, che dopo averlo visto per la prima volta a Cannes si è rivisto completamente nella storia di Billy e, oltre ha regalare la colonna sonora allo spettacolo – vincitrice del Tony Awards come miglior musical nel 2009,  e del Drama Desk Awards come Miglior colonna sonora originale – , afferma “In quel bambino incompreso ho rivisto me alla sua età. Mi scorrevano davanti agli occhi le immagini dell’infanzia di questo bambino incompreso e non riuscivo a smettere di piangere. Mi hanno fatto pensare alla mia famiglia. Con Billy Elliot ho rivissuto parte della mia vita”.

Dal debutto a Londra nel 2005 lo spettacolo di Billy Elliot attraversa la Manica, e arriva al Sistina dieci anni dopo con la versione italiana del musical, la prima al mondo non inglese, firmata e prodotta da Massimo Romeo Piparo e ha il suo protagonista italiano. Si tratta di Alessandro Frola, viene da Parma, ha quattordici anni e un curriculum da bambino prodigio che farebbe invidia a Roberto Bolle. Occhi chiari, sguardo timido e doti straordinarie, con il suo talento ha subito colpito il regista Massimo Romeo Piparo, che l’ha scelto tra centinaia di candidati giunti al Sistina da tutta Italia.

A quattro anni Alessandro muove i primi passi nella scuola di Danza diretta dalla madre Lucia Giuffrida e ancora piccolissimo si guadagna una borsa di studio e un biglietto per due destinazioni top nel mondo della danza: l’American Ballet di New York e il Royal Ballet di Londra. Un palmares da campione che l’ha portato a danzare a Parigi e Berlino, in Europa come in Messico e negli Stati Uniti. Ma è a Roma che Alessandro raggiunge il suo traguardo più grande. Dopo oltre un mese e mezzo di casting di bambini tra gli 8 e i 14 anni, approda al call back di “Billy Elliot“, le audizioni finali per il ruolo di protagonista nella versione italiana prodotta da PeepArrow Entertainment e Il Sistina.

Le audizioni del nuovo Musical di Massimo Romeo Piparo – che completa una trilogia di cui ha parlato tutta la stampa europea, iniziata con “The Full Monty” e proseguita con “Jesus Christ Superstar“ – hanno registrato un record di richieste di partecipazione, con circa 1.200 aspiranti Billy. Dallo scorso dicembre il Teatro Sistina si è trasformato in un set permanente, invaso da giovanissimi e bravissimi interpreti. Alla fine l’amore, la passione, l’amicizia, la voglia di farcela trionfano sempre e il sogno si è avverato. Alessandro ha conquistato il ruolo di Billy Elliot e, a soli 14 anni, si è guadagnato il prestigioso palco del Tempio della Commedia Musicale Italiana.

Federica Marazza

 

 

 

 

 

 

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento