giovedì, 18 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Giorgio Benvenuto
nuovo Presidente
della Fondazione Nenni
Pubblicato il 02-04-2015


Benvenuto-NenniL’ex Segretario Generale della UIL e penultimo segretario del PSI prima di Ottaviano Del Turco, Presidente della Fondazione Buozzi, succede allo storico Giuseppe Tamburrano alla guida della Fondazione Nenni.

La Fondazione Nenni – informa una nota stampa – nasce nel 1985, proprio per iniziativa di Giuseppe Tamburrano che in quel periodo ricopriva l’incarico di Responsabile culturale del Partito Socialista. Durante l’ultimo CDA della Fondazione Nenni del marzo scorso, con grande emozione Tamburrano ha ricordato come ebbe origine la Fondazione: “Un giorno mi chiamò Martelli e mi chiese di rinunciare al mio incarico di responsabile culturale, dopo molto tempo in cui ricoprivo quel ruolo, e mi disse che avevo diritto ad avere in cambio un incarico di prestigio. Senza nessuna esitazione gli risposi che volevo il contributo per fare una Fondazione culturale. Martelli ebbe un sussulto e mi guardò incredulo e si precipitò ad accettare la mia richiesta. Così nacque la Fondazione Nenni con un contributo del Partito di cento milioni di lire con il sostegno di Giuliana Nenni, Giuliano Vassalli, Claudio Martelli e il Prof. Giannini. Presidente fui nominato io. Abbiamo sempre lavorato nell’ambito dei principi del socialismo ma in totale autonomia dal Partito”. La prima iniziativa della Fondazione, ha ricordato Tamburrano, “fu un’iniziativa con il CRS diretto da Ingrao. Oltre ad Ingrao c’erano Napolitano ed altri dirigenti del PCI ed esponenti del Partito socialista”. La sala di via Ripetta era stracolma. Il tema era l’unità della sinistra. Il giorno dopo Craxi mi fece chiamare da Acquaviva per dirmi di non prendere iniziative azzardate”. L’autonomia della Fondazione dava fastidio al vertice del Partito come ha ricordato Giuliana Nenni in un’intervista a Biagi nel 1993 (“La disfatta”, Rizzoli), sottolineando come Craxi non voleva più Tamburrano come Presidente della Fondazione Nenni: ”Craxi non amava i suoi contestatori, e Tamburrano è stato un coerente oppositore e una persona intellettualmente  onesta“.

Sono stati trent’anni d’intenso lavoro. La Fondazione Nenni è diventata un’importante realtà culturale italiana con il suo patrimonio bibliografico, gli archivi storici, come ha sottolineato il commosso intervento del Presidente emerito della Corte Costituzionale Mauro Ferri. Benvenuto, eletto all’unanimità, ha mostrato, a conclusione dei lavori del CDA, molto entusiasmo e la volontà di dedicarsi con impegno e dedizione alla Fondazione Nenni .

L’impegno di Tamburrano non si esaurisce ma continuerà come Socio Fondatore, membro del CDA e direttore del Blog della Fondazione Nenni. Il suo continuerà ad essere un impegno importante, sempre dalla stessa parte: “dalla parte della cultura e della difesa dei valori del socialismo”.

Redazione Avanti!

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Nessuno penso voglia mettere la censura su chi dirige una Fondazione o qualche circolo culturale, che si rifanno al Socialismo.
    A me però suona male che questi bravi intellettuali non lasciano passare occasione per polemizzare con il Partito Socialista.
    Mi garberebbe di più (detto alla toscana) che costoro che io ho conosciuto come socialisti, dessero il loro gradito contributo alla crescita del P.S.I. e non portare acqua ad altri mulini come spesso o quasi sempre capita.

Lascia un commento