giovedì, 19 luglio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Grecia. Cambia la squadra. Resiste Varoufakis
Pubblicato il 27-04-2015


Tsipras-VaroufakisConcluso l’incontro informale dell’Eurogruppo a Riga in Lituania, con la tirata di orecchie alla Grecia al suo ministro delle finanze il premier greco Varoufakis, Alexis Tsipras ha proceduto al rimpasto della squadra che dovrà negoziare con i creditori internazionali. Il prossimo appuntamento dell’Eurogruppo sarà a breve, il prossimo 11 maggio, quindi i tempi sono strettissimi. Tsipras ha rinnovato la sua fiducia al ministro delle Finanze, Yannis Varoufakis nonostante le bordate di critiche piovutegli addosso al termine dell’ultima riunione. D’altronde una sua sostituzione ora avrebbe riportato le trattative al punto di partenza.  Ma è eloquente il titolo con cui il quotidiano online greco To Vima ha riassunto la vicenda: “Il governo mette Varoufakis in amministrazione controllata”. Nel testo però il giornale spiega che con tale decisione il governo intende “estendere il sostegno” al ministro delle Finanze. Sta di fatto che una squadra speciale di coordinamento è stata formata per occuparsi del negoziato tecnico ad Atene coordinata dal segretario generale Spyros Sagias, mentre il presidente del consiglio economico Giorgios Houliarakis avrà la responsabilità del gruppo che tratta con il Brussels Group (ex Troika).

Fonti di governo hanno sottolineato che l’appoggio a Varoufakis è motivato dal fatto che il ministro ha sempre  operato nel quadro delle decisioni collettive e degli organi esecutivi del governo e che continuerà a lavorare per trovare una soluzione valida. Al tempo stesso, il viceministro delle Relazioni Internazionali Euclid Tsakalotos sarà responsabile del coordinamento dei lavori del team che segue il negoziato politico. Nella riunione di ieri sera si è deciso di creare uno speciale gruppo di coordinamento per supportare i gruppi di tecnici di cui sarà responsabile Spyros Sagias.

Il rappresentante greco dell’Euro Working Group, Geotge Chouliarakis diventerà responsabile della delegazione greca negli incontri del Brussels Group. Al segretario generale del ministro delle Finanze, Nikos Theoharakis è stato affidato il compito di elaborare un piano di crescita per l’economia del Paese su cui si baserà l’accordo con i creditori di giugno.

Un rimpasto visto con favore dalla Bce. “Non ho familiarità con questo cambio di negoziatori, ma sono fiducioso che un accordo con la Grecia ci sarà”, ha detto il vicepresidente della Banca europea.

“Chiunque sia il negoziatore – hanno commentato fonti Ue – l’importante è che abbia un mandato pieno per trattare, e ora si spera che” i nuovi negoziatori greci “lo abbiano”. Uno dei problemi, sottolineano le fonti, era che i negoziatori non avevano un mandato pieno sulle questioni di bilancio, cosa che frenava la trattativa.

Redazione Avanti!

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi siria UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento