giovedì, 22 febbraio 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Proposta di Legge sulla Sicurezza
Pubblicato il 14-04-2015


PROPOSTA DI LEGGE
“Applicazione della disciplina prevista dal Decreto Legislativo 6 settembre 2011, n. 159 ai reati di cui agli articoli 624 – bis, 628 e 629 del codice penale”

D’iniziativa degli Onorevoli
Marco Di Lello, Lello Di Gioia, Oreste Pastorelli

Onorevoli colleghi!

La presente proposta di legge intende estendere l’applicazione delle misure di prevenzione personali applicate dall’Autorità Giudiziaria, previste dal Capo II del D.Lgs. 159/2011 ai soggetti indiziati dei reati previsti dagli articoli: 624 – bis (furto in abitazione e furto con strappo), 628 (rapina) e 629 (estorsione) del codice penale.

Tale estensione normativa farebbe ricadere nell’ambito applicativo delle misure di prevenzione personali maggiormente afflittive, in quanto rivolte a contrastare i fenomeni di criminalità organizzata di stampo mafioso, anche a quelle fattispecie di reato che ultimamente destano grave allarme sociale.

L’art. 1 della presente proposta di legge prevede di includere tra i soggetti destinatari di tali particolati misure di prevenzione anche i soggetti indiziati dei reati
previsti dalle norme sopra citate del codice penale.

L’art 2 prevede, analogamente ai soggetti già individuati dall’art. 4, comma 1 lettera c) e lettera i), che le funzioni e le competenze siano attribuite al procuratore
della Repubblica presso il tribunale nel cui circondario dimora la persona.

L’art. 3 prevede infine una nuova ipotesi di revoca delle predette misure quando queste si riferiscano ad un cittadino straniero. In tal caso il provvedimento può essere revocato nel caso in cui il soggetto dichiari di allontanarsi volontariamente dal territorio dello Stato. Sono infine previste un’autorizzazione speciale per il rientro nel territorio dello Stato decorsi i termini stabiliti dall’autorità giudiziaria e le sanzioni in caso di trasgressione alle disposizioni del presente articolo.

PROPOSTA DI LEGGE

Art. 1
Al comma 1 dell’art. 4 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 dopo la lettera i) inserire la segiente:

l) ai soggetti indiziati dei reati previsti dagli artt. 624 – bis, 628 e 629 del codice penale.

Art. 2
Al comma 2 dell’art. 5 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 le parole: “e lettera i)” sono sostituite dalle seguenti: “, lettera i) e lettera l),”.

Art. 3
All’art. 11 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159 dopo il comma 4 inserire i seguenti:
4 – bis. Se il provvedimento di applicazione delle misure di prevenzione riguarda un cittadino straniero, questo può essere revocato, su istanza dell’interessato il quale dichiari di allontanarsi volontariamente dal territorio dello Stato. In tal caso, l’autorità giudiziaria, sentita l’autorità di pubblica sicurezza, qualora non sussistano motivi di ordine pubblico o di sicurezza dello Stato che impediscono l’accoglimento della richiesta, stabilisce i tempi ed i modi di allontanamento dal territorio dello Stato. La misura di prevenzione applicata è revocata dall’autorità giudiziaria solo a seguito di trasmissione di verbale di allontanamento dal territorio dello Stato comunicato dalla Polizia di Frontiera.
4 – ter. Lo straniero che abbia scelto di allontanarsi volontariamente dal territorio dello Stato ed abbia così ottenuto la revoca del provvedimento di applicazione delle misure di prevenzione non potrà rientrare prima che siano decorsi tre anni o comunque prima del periodo altrimenti stabilito dall’autorità giudiziaria nel provvedimento di allontanamento. Lo straniero che rientra nel territorio dello Stato prima del termine previsto è immediatamente sottoposto al procedimento per l’applicazione delle misure di prevenzione personali ed è punito con la reclusione da uno a quattro anni.
4 – quater. Decorsi i termini di cui al comma precedente lo straniero non può comunque rientrare nel territorio dello Stato senza un’autorizzazione speciale rilasciata dal Ministero dell’Interno. La violazione è punita con la reclusione da uno a quattro anni e l’accompagnamento immediato alla frontiera.

Art. 4
1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento