lunedì, 22 ottobre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Adalberto Andreani:
Aprire un dibattito sulla sicurezza nelle città
Pubblicato il 20-04-2015


Il giorno 7 febbraio 2015, avevo lasciato la mia automobile, fuori di una piscina a Rieti, piccola città dell’Alto Lazio. Tornato a riprenderla verso le 9.00 – 9,30, dopo 40 minuti d’assenza, ho trovato il vetro frantumato con asportata la borsa di lavoro. Al suo interno vi era qualche carta, qualche fotocopia di leggi, 20 euro, ma documenti e chiavi di casa. L’asporto dei documenti di identità, della carta dì identità, della tessera di avvocato, delle chiavi dello studio e di casa mi ha creato disagi notevolissimi.

Tale fatto ed altri mai verificatisi in piccole città come Rieti e Terni, dove negli stessi giorni è stato ucciso un ragazzo Italiano innocente, da extracomunitario che era gravato da provvedimento di espulsione. appaiono molto preoccupanti. La gente critica le forze dell’ordine, e si arma per difendersi e farsi giustizia da sé. I fatti del Tribunale di Milano hanno fatto il resto. Al di là di tutto ciò, molti criticano il fatto che tanti Forestali, Carabinieri, Poliziotti siano negli uffici a compiere lavoro a tavolino e non a garantire servizio nelle città e nelle strade. Molti di loro,rispondono che non hanno i mezzi economici e che non sono messi in condizione di lavorare…altri replicano che lo Stato non li paga per stare in ufficio. Intanto il cittadino si arma e si fa giustizia come nel far west. Chiedo a lei Direttore di aprire un dibattito sul punto ed anche sull’opportunità che le forze dell’ordine siano negli uffici, e non nei quartieri delle città e nel territorio.

Adalberto Andreani

Rieti

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. E’ un problema molto serio emolto sottovalutato. A parole è molto seguito ma nei fatti non si fa nulla. Non si fanno nemmeno le indagini sui furti. Nulla. Quando si ritrova qualcosa è per caso. La quasi certezza dell’immunità è il brodo di cultura di questa situazione. Aprire un dibattito? Perchè no! Saremo poi in grado di fare qualche pressione per cambiare? Dubito! Comunque parlarne e fare qualche proposta può essere utile.

Lascia un commento