sabato, 15 dicembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Mario Cardone:
Idee per contrastare
la povertà
Pubblicato il 21-04-2015


Abbiamo partecipato alla iniziativa organizzata dalla ‘Fabbrica delle Idee” sul tema delle misure di contrasto alla povertà . Abbiamo condiviso l’analisi, ora bisogna ‘fabbricare idee ed azioni’ per vincere la sfida. E’ vero che abbiamo un sistema di welfare che recepisce  risorse da variegati capitoli del bilancio dello Stato, come è vero che la distribuzione non è chiara ed omogenea, anzi negli ultimi tempi i tagli al welfare sono una pericolosa costante.

Basta vedere gli sforzi dei Comuni, perlomeno quelli sensibili ai problemi della povertà, per comprenderne la portata. Anche il sistema fiscale partecipa con detrazioni Irpef ad aiutare, ad esempio, le famiglie numerose. C’è la spada della clausola di salvaguardia che incombe,  alla politica l’attenzione al riguardo. E’ pacifico e costituzionalmente  sancito l’universalità del sistema sociale italiano quindi il costo  per il reddito di inserimento di 13/14 mld di euro va previsto nella fiscalità generale.

Da una convinta lotta alla evasione ed elusione fiscale ci sono le risorse necessarie per un Welfare all’altezza dei tempi e dei bisogni. Una evasione stimata in 150 mld di euro  non è accettabile in un paese civile. Anche quest’anno i primi dati ci dicono che sono stati recuperati 14 mld di euro. Al netto del recupero di imposta per la liquidazione delle dichiarazioni, la vera evasione con imposta recuperata a seguito di accertamenti sostanziali è stata di circa 7  mld di euro.

Il recupero del 5% dell’evasione stimata non ci soddisfa. Maggiori mezzi alle Agenzie, alla Guardia di Finanza ed una normativa snella e chiara. Maggiore e convinta partecipazione dei Comuni alla lotta alla evasione.

Mario Cardone

Segreteria Psi Federazione di Modena

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Sergio Mattarella Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. I dati sull’enorme evasione fiscale non mi hanno mai convinto fino in fondo. Che l’evasione ci sia è fuori di discussione. Che gli incassi dell’imposta evasa siano miseri rispetto a quanto i controllori dicono di aver trovato è altrettanto vero. Che le cifre fornite dai controllori fiscali riguardo gli importi da recuperare siano delle panzane è confermato dal fatto che si recupera solo il 5%. Che i controllori siano tutti bravi è da escludere. Ci sono controllori bravissimi, capaci, incapaci, ottusi, e non mancano i corrotti. I risultati sono conosciuti. Ci saranno altre categorie ma servirebbero soltano le prime due categorie.

Lascia un commento