lunedì, 21 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Berlino esclude Mosca dal G8. “Non riconosce valori”
Pubblicato il 21-05-2015


Putin-merkel-G8Dopo la frattura che inevitabilmente si è creata tra Occidente e Mosca – in seguito alla diserzione da parte delle alte cariche degli Usa e dell’Unione Europea alla parata miliare celebrativa dei 70 anni dalla sconfitta della Germania nazista nella seconda guerra mondiale – arrivano le parole dure del cancelliere tedesco Angela Merkel, che – senza mezzi termini – esclude la Federazione russa dal prossimo G8, in programma all’inizio di giugno in Germania, e che vedrà la partecipazione di Regno Unito, Usa, Canada, Francia, Germania, Italia e Giappone.

MERKEL: RUSSIA NON RICONOSCE VALORI COMUNI – Il Cancelliere tedesco ha precisato che si tratta di “Una comunità che non condivide alcuni valori quali la libertà, la democrazia, lo stato di diritto, il rispetto della sovranità dei Paesi e dell’integrità territoriale. Il modo di agire della Russia non è in sintonia con questi valori”, riferendosi alla situazione in Ucraina.

DECISIONE SOVRANA PAESI EST SE AVVICINARSI A UE – Merkel, durante il suo intervento al Parlamento tedesco – in vista del vertice di Riga del Partenariato orientale che inizierà questa sera – ha inoltre affermato che la decisione dei partner orientali di avvicinarsi all’Unione europea resta sovrana.

 Siria Garneri

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Forse se i tedeschi si dessero una calmata l’Europa potrebbe crescere e sviluppare una politica estera aperta ad un internazionalismo e potrebbe concorrere a risolvere ragionevolmente problemi annosi come la penisola di Crimea. La politica dei muscoli e degli allontanamenti non credo porterà a risultati sereni.

Lascia un commento