mercoledì, 23 agosto 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Firenze. Un libro per raccontare la città
Pubblicato il 07-05-2015


Firenze-piazza duomo“Contribuire alla conoscenza delle piazze storiche italiane aspira a incrementare la consapevolezza della inestimabilità del nostro patrimonio storico-artistico, non solo dal punto di vista culturale, ma anche della conoscenza delle radici del nostro popolo”. Così Lorna Bianchi, autrice del libro Firenze, Piazza del Duomo. Duemila anni di storia ha presentato la sua ultima pubblicazione durante la conferenza di presentazione del libro a Roma, presso la Camera dei Deputati. Più che la presentazione di un libro, un libro per presentare un pezzo di storia fondamentale per la cultura italiana, la città di Firenze. Il volume sulla città del Rinascimento è stato presentato dal Vice-ministro ai Trasporti, Riccardo Nencini e dal Professore universitario e storico, Franco Cardini. “Piazza Duomo a Firenze è il modello di due eccellenze – ha spiegato il vice ministro alle Infrastrutture e Trasporti, ma anche scrittore e storico, Riccardo Nencini – la collaborazione tra le magistrature pubbliche e le corporazioni mercantili, e del talento e del buongoverno. Sia per la porta del Battistero che per la Cupola venne bandito un concorso cui parteciparono i migliori artisti del tempo. Per la porta del Battistero vinse Ghiberti e secondo si classificò Brunelleschi. Per la Cupola l’esito fu inverso: primo Brunelleschi, secondo Ghiberti. E per comprendere quanto quel percorso rappresentò il meglio, in ogni senso, anche sotto il profilo degli accorgimenti assunti per il lavoro degli uomini, basti un dato su tutti: nella costruzione della Cupola, che richiese diversi anni, ci fu un unico incidente mortale. Un solo uomo morì, peraltro ubriaco, cadendo dall’impalcatura”. “È la strada maestra anche oggi”, ha sottolineano Nencini.
Per Giannozzo Pucci, editore del libro, raccontare le opere di geni di quel tempo è soprattutto “mettere in luce personaggi che sono un modello di vita e di come questi geni hanno avuto consapevolezza di dare uno scopo alle proprie vite”.
“Se la strada è per sua natura un nastro, e la sua stessa forma invita o addirittura sprona al movimento – spiega il professor Franco Cardini nell’introduzione – la piazza dovrebbe essere un momento di sosta dove il passo rallenta, la mente respira, il cuore sia allarga. Le piazze sono quindi i nodi nei quali un tessuto urbano si rivela in tutto il suo significato al visitatore più attento; la storia della loro genesi e della loro funzione ricapitola quella dell’intera città e le conferisce un senso profondo”.
Un libro fondamentale non solo per chi vuole ama l’arte e la Storia, o vuole conoscere a fondo la città madre del Rinascimento, ma anche per capire quanto sia importante la cultura, anche economicamente, in un Paese come il nostro.
Numerose le personalità presenti del mondo istituzionale e accademico, tra i quali il Segretario Generale dell’Opera di Santa Maria del Fiore a Firenze, Enrico Viviano, i senatori Claudio Martini, vice presidente Gruppo Pd al senato e Presidente Fondazione Orchestra regionale Toscana, Monica Cirinnà, Segretario della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle intimidazioni nei confronti degli amministratori locali e Andrea Augello, Vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati; l’on. Andrea Romano, storico e membro della commissione Cultura alla Camera, l’ex ministro Agazio Loiero, il Presidente della Federazione delle Associazioni di Management (Federmanagement), Luigi Di Marco, il Segretario Generale Società Dante Alighieri, Alessandro Masi, l’Amministratore Delegato ChangeTraining & Consulting S.p.A., Simone Sansavini, il Console Onorario della Repubblica di Lituania a Firenze, Enrico Palasciano, lo scrittore e autore televisivo Cesare Lanza e il professor Walter Pedullà.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento