venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Rolex scrive a Renzi: “Non
c’entriamo coi Black Bloc”
Pubblicato il 06-05-2015


black-blocL’amministratore delegato di Rolex Italia ha preso carta e penna e ha deciso di scrivere una lettera indirizzata a Matteo Renzi e Angelino Alfano. Dopo i violenti scontri avvenuti il primo maggio a Milano, con protagonisti i black bloc, una delle foto rimbalzate sui giornali e sul web mostrava una manifestante impugnare una bomboletta spray con un orologio al polso.

Quell’orologio era stato ritenuto un Rolex, senza alcuna certezza, tanto che il presidente del Consiglio e il Ministro dell’Interno avevano rilasciare dichiarazioni che includevano proprio il nome della famosa azienda. Matteo Renzi aveva infatti dichiarato: «Agli amici del PD di Milano dico grazie: mentre quelli col Rolex andavano a distruggere le vetrine loro si sono messi a pulirle» e Alfano aveva etichettato i manifestanti “farabutti con il cappuccio e figli di papà con il Rolex”.

L’amministratore delegato di Rolex Italia, Gianpaolo Marini ha quindi deciso di scrivere una lettera, apparsa oggi sui quotidiani, con cui ha chiesto cortesemente ai due di rettificare le loro dichiarazioni, in quanto “l’eco suscitata dalle vostre parole è stata straordinariamente vasta ed ha prodotto l’inaccettabile affiancamento dell’immagine di Rolex alla devastazione di Milano e all’universo della violenza eversiva.”

“Al di là del fatto che, dalla qualità delle foto e dei video che sono stati diffusi dai media, è altamente improbabile poter desumere un’affidabile identificazione come Rolex (e ancor più come Rolex autentico) dell’orologio indossato dai facinorosi che stavano commettendo evidenti reati” continua nella lettera Marini “credo che il dettaglio dell’essere – o non essere – quest’ultimo di marca Rolex, sia obiettivamente cosa marginale rispetto al ‘cuore’ delle vostre dichiarazioni. Tuttavia, visto che l’eco è stata “straordinariamente vasta” “ho preso la libertà di pubblicare la presente a doverosa autodifesa, nell’immediato, della reputazione del marchio e dell’immagine di Rolex”.

Stefano Lanzano

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento