venerdì, 24 novembre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Andrea Pinto:
La democrazia  non è un lusso
Pubblicato il 21-05-2015


Giovanni Orsina qualche giorno fa (“Se la politica è il capro espiatorio”, La Stampa del 17.5.2015) ha evidenziato i rischi che si corrono quando la politica diventa il capro espiatorio dei vizi del Paese . La sua analisi, che ha il pregio di restituire “verità “ e dignità al discorso con il quale Craxi , assumendosene la responsabilità politica, denunciò tutti i limiti di una lettura in termini esclusivamente giudiziari applicata a fenomeni “sistemici” come quello del finanziamento della politica che richiedevano allora e richiedono oggi soluzioni necessariamente “politiche” a livello di legislativo pena la deriva del sistema democratico, merita qualche considerazione aggiuntiva.

Da qualche tempo, infatti, il vento dell’antipolitica sta diffondendo un più insidioso e pericoloso germe distruttivo che si sta insinuando nel popolo italiano corrodendone lentamente la coscienza civica. .

Si tratta di un germe che porta a degradare sempre di più la democrazia politica da concetto giuridico a concetto economico, da “valore” a “costo”, con la conseguenza di considerare qualsiasi istituzione rappresentativa del nostro Paese esclusivamente come un “peso economico” , spesso inutile, per la collettività.

Certamente molte responsabilità della deriva antipolitica sono della politica e delle non edificanti vicende che l’hanno interessata .

Ma attenzione a non enfatizzare simili pulsioni, perché quando una comunità di popolo si abitua a ragionare con questa logica e a vivere senza valori di riferimento condivisi corre il concreto rischio che qualcuno, prima o poi, lo convinca che anche la principale forma di espressione della sua sovranità è un costo che è meglio eliminare.

Andrea Pinto

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Silvio Berlusconi Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento