sabato, 21 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Luciano Lunghi:
L’astensionismo
può crescere ancora
Pubblicato il 11-05-2015


A tre settimane esatte, dal voto di sette (7) regioni e un migliaio di Comuni, del Ns/ Paese,una preoccupazione che non credo essere fuori luogo, mi sorge. Pochi, troppo pochi opinionisti e commentatori si preoccupano di elevare la cultura politico-elettorale che è venuta a crearsi.

Se tanto mi da tanto l’altro anno un Emilia e Romagna (una regione che ha sempre votato più delle altre) ha votato solo il 37% degli aventi diritto. Cosa potrebbe succedere il 31 maggio prossimo, in sette regioni, che si dice dovrebbero, avere una valenza politica rilevante, alla luce delle politiche del prossimo anno?

Qualcuno autorevolmente, poco tempo fa, ha affermato che siamo di fronte ad una democrazia senza popolo, è credo che abbia pienamente ragione, ma le massime autorità di questo Paese, incominciando dal Presidente del Consiglio, risulta che si preoccupino di questo? Il motto sembra essere “basta vincere”, anche con una piccola minoranza di votanti.

Ma poi, è vero che il tutto dipende dall’antipolitica, praticata dai precedenti Governi di destra nel ventennio passato? Per quel che riguarda l’opinione maggiore del Paese, ci si sono infilati altri fattori: come il diffondersi degli scandali, delle disonestà, degli abusi di potere, delle leggi Incostituzionali che tolgono dignità, onore e prestigio al cittadino. Su questo piano, le Leggi. Porcellum e Italicum – a mio parere – stanno facendo la loro parte per distruggere i principi basilari della democrazia crescente dal basso (come la Costituzione, qualcuno dice la più bella del mondo) prevede.

La gente, oramai ha capito, che impostare elezioni sulla base del proprio tornaconto, distruggendo – non solo gli altri partiti minori – ma mandando a ramengo i principi basilari della suprema Legge dello Stato. Non conviene più andarci dietro. Quel che poi, Ti porta a considerare il colmo di tutto questo è che la Ns/ piccola testimonianza (anziché alzare la testa) la pieghi maggiormente.

Luciano Lunghi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento