giovedì, 19 ottobre 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

‘Un vento senza nome’.
Il tour di Irene Grandi,
tra note rock e interiorità
Pubblicato il 14-05-2015


irene grandiUna canzone scritta da lei per la scorsa edizione di Sanremo, una tournée teatrale che la vede protagonista assoluta e un nuovo album, in cui – per la prima volta – è anche autrice oltre che interprete. Un anno carico di novità per Irene Grandi che torna – dopo un lustro – a esibirsi dal vivo, disvelando una donna nuova, più consapevole e artisticamente più complessa. ‘Un vento senza nome’ da’ il titolo non solo al brano sanremese e al disco, ma anche allo spettacolo teatrale concepito per dare espressione sia all’anima rock dell’artista fiorentina sia a quella più intima e riflessiva. Il concerto si articola in un crescendo di energia che viene rimarcato dall’aggiungersi – in modo graduale – di strumenti sempre più numerosi durante l’esecuzione dei pezzi. Sul palcoscenico, insieme a Grandi e ai suoi musicisti, anche i ‘Pastis’ (i fratelli Marco e Saverio Lanza), protagonisti di una performance che unisce video e musica.

IL CONCERTO ROMANO – Per la sua esibizione romana Grandi ha scelto la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica, alternando brani recenti – contenuti nel suo ultimo disco “Un vento senza nome” uscito lo scorso 12 febbraio su etichetta Sony – a canzoni del passato che l’hanno resa celebre. Nello spettacolo c’è spazio per note rock, blues, ma anche per questa nuova voce intima e interiore “nata da un percorso personale che ho fatto negli ultimi anni, un percorso fatto pure di silenzio, durante il quale mi sono guardata dentro, trovando nuovi messaggi e nuove verità che racconto nelle mie ultime canzoni” ha dichiarato la cantante.

irene grandi.Oltre all’intensa e raffinata “Un vento senza nome” – il cui testo racconta di una donna che volta pagina, lasciandosi alle spalle una situazione che le appartiene più – Irene Grandi e la sua band hanno eseguito “Se mi vuoi” lanciata nell’estate 1995, in duetto con Pino Daniele, ‘Bruci la città’, scrittale nel 2007 da Francesco Bianconi dei ‘Baustelle’, prima scartata dalla commissione artistica di Sanremo, poi rivelatasi un grande successo di vendite e di critica. L’artista ha interpretato poi “La Cometa di Halley” – composta sempre da Bianconi – che portò a Sanremo nel 2010, piazzandosi all’ottava posizione e “La tua ragazza sempre”, brano scritto a quattro mani da Gaetano Curreri e Vasco Rossi che le valse un secondo posto all’edizione del 2000 del Festival.

IL TOUR TEATRALE E IL NUOVO SINGOLO – Partito a maggio il tour teatrale – dopo aver toccato città come Firenze, Rimini, Bari e Roma – proseguirà al Teatro Toniolo di Mestre (il 15 maggio); il 16 al Teatro La Fenice di Senigallia, il 21 al Teatro della Concordia di Venaria Reale, il 22 al Teatro Comunale di Carpo, il 24 sarà ospitato all’Auditorium Santa Chiara di Trento per concludersi lunedì 25 maggio al Teatro Dal Verme di Milano. Da domani 15 maggio, invece, Irene Grandi tornerà nelle radio italiane con ‘Casomai’, atteso nuovo brano che racconta l’aspetto affascinante e seducente della fugacità del tempo, di un incontro, di una sera d’estate: come un arcobaleno, emozionante e autentico, anche se destinato a dissolversi.

Silvia Sequi

Angela Merkel bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISTAT italia italicum lavoro Lega legge elettorale M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento