venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Blatter alza bandiera bianca: “Lascio la Fifa”
Pubblicato il 03-06-2015


Blatter_JosephNonostante abbia vinto le elezioni appena venerdì scorso, il presidente della Fifa ha rassegnato le dimissioni dopo le ultime novità sullo scandalo che ha coinvolto i massimi dirigenti dell’organo principale del calcio.

VALCKE INCRIMINATO – Molti si chiederanno perché, se lo scandalo era emerso pochi giorni prima delle elezioni presidenziali, Blatter non si fosse dimesso prima. E’ successo che, anche dopo aver ottenuto il quinto mandato consecutivo, sono uscite nuove, clamorose novità sul giro di mazzette e corruzione con protagonisti gli uomini di fiducia dello svizzero. In particolare, il coinvolgimento del suo vice e braccio destro, Jerome Valcke. Una mail datata marzo 2008, infatti, lo inchioda inequivocabilmente e dimostra come Valcke fosse stato informato dalla Federazione Sudafricana di un bonifico di 10 milioni di dollari da girare sul conto controllato dal presidente della Concacaf, la Confederazione nord e centro americana, per il Mondiale 2010 svoltosi in Sud Africa. E all’epoca il numero uno della Concacaf era Jack Warner, arrestato la settimana scorsa per un giro di tangenti e altro uomo di fiducia di Blatter.

INDAGATO DALL’FBI – Blatter quindi non poteva non sapere di questo giro di soldi con il coinvolgimento del suo vice e dei suoi uomini di fiducia. Il passo indietro era dunque inevitabile. Anche perché dagli Usa fanno sapere che il presidente dimissionario è sotto inchiesta del ministero della Giustizia Usa e dell’Fbi, mentre fino a pochi giorni fa risultava soltanto incriminato e non indagato. E adesso chi prenderà il suo posto e quando? Torna in ballo il principe Alì, suo antagonista nelle ultime elezioni, ma non sono da escludere candidature eccellenti come quelle di Zico o di Platini, attualmente presidente della Uefa. Ci vorrà comunque un po’ di tempo. Il prossimo Congresso è previsto infatti per il 13 maggio 2016 in Messico, ma lo stesso Blatter, prima di dimettersi, ha annunciato che cercherà di organizzare un Congresso straordinario per eleggere il suo successore. Intanto resterà il capo della Fifa. In attesa che il calcio torni ad avere trasparenza e credibilità.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento