martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Calcio, nuova bufera. Indagato per tentata estorsione Claudio Lotito
Pubblicato il 10-06-2015


Lotito

Claudio Lotito, presidente della Lazio

Nuova bufera sul calcio italiano: il presidente della Lazio è accusato di tentata estorsione in un’inchiesta portata avanti dalla Procura di Napoli. Sono state perquisite dagli agenti della Digos la sede della Figc, oltre alle abitazioni di Carlo Tavecchio e Mario Macalli (presidente della Lega Pro), che tuttavia non sono iscritti nell’elenco degli indagati.

LA TELEFONATA CON IODICE  Tutto nasce dalla ormai celebre telefonata tra Lotito e Pino Iodice, dg dell’Ischia, in cui il presidente della Lazio aveva confessato in intimità (non sapeva di essere registrato) di non volere in Serie A squadre come Carpi, Frosinone o Latina per il loro piccolo bacino di utenza, che avrebbero portato pochi ricavi alla Federazione. L’accusa a Lotito è però quella di aver dato dei soldi ad alcune società di Lega Pro in cambio del voto proprio al presidente Macalli (uomo vicino al numero uno biancoceleste), poi confermato numero uno della ex Serie C. Da parte sua, Lotito si è sempre proclamato innocente e, anzi, aveva denunciato il dirigente campano per calunnia e diffamazione. Ora però tutte le accuse sono rivolte contro lui in questa ennesima pagina nera del calcio italiano.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento