giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Roma, al via il festival internazionale “Letterature”
Pubblicato il 12-06-2015


Letterature-XIV edizioneDal 9 al 30 giugno 2015, si svolge la XIV edizione di LETTERATURE festival Internazionale di Roma, lo storico festival della capitale, ideato da Maria Ida Gaeta, responsabile della Casa delle Letterature di Roma, con la regia di Fabrizio Arcuri.
Quest’anno gli autori nazionali ed internazionali ospiti all’evento, dovranno confrontarsi con un loro testo inedito sul tema “Cosa resta da fare alla letteratura”, citando un famoso intervento di Umberto Saba che, nel 1911, scrive “Ai poeti resta da fare poesia”. L’edizione di quest’anno sarà arricchita da tredici serate che avranno luogo tra Piazza del Campidoglio e la Casa delle Letterature, con la collaborazione di Ambasciate e prestigiosi Istituti culturali italiani e stranieri, quali l’Ambasciata francese, la John Cabot University, l’Istituto Polacco di Roma e la Federazione Unitaria Italiana Scrittori (FUIS), per citarne alcuni.

L’evento è stato inaugurato martedì 9 giugno, con la mostra “Il racconto onesto” a cura di Alessandra Mauro, nella quale i racconti di sessanta scrittori si alternano alle immagini dei fotografi per cercare di capire come interpretare il nostro tempo, raccontando, in modo più verosimile possibile, il nostro paese.

Le serate che accompagneranno la rassegna, invero, inizieranno oggi, venerdì 12 giugno. Infatti, in Piazza del Campidoglio alle ore 21, saranno presenti gli scrittori stranieri Robert McLiam e Mia Couto e il giovane italiano, Marco Missiroli.
Questi autori, sebbene molto diversi tra loro, godono tutti di una grande notorietà.
Mia Couto, scrittore nato a Beira, presenterà il suo ultimo romanzo “Le confessioni della leonessa” che racconta un caso politico vissuto dallo stesso Mia qualche anno fa in un paesino del Mozambico: alcuni leoni hanno iniziato ad attaccare gli esseri umani, arrivando a divorare più di venticinque donne in meno di quattro mesi. Questo libro, dunque, partendo da un fatto realmente accaduto, svela l’Africa più profonda e radicata, segnata, da un lato, da una guerra civile incessante e pur rimanendo, dall’altro, genuina e al contempo arcaica, un mondo dove non vi è alcuno scontro tra tradizione e modernità.

Robert McLiam Wilson ha una personalità pungente ed irriverente. E questo è riscontrabile, in primo luogo, nella scelta del parziale pseudonimo che ha scelto di posizionare tra il suo nome e il suo cognome: McLiam, infatti, è una parola gaelica che significa “figlio della volontà”. Robert, in questo modo, ha due cognomi, quello inglese e quello irlandese che lasciano trasparire un messaggio chiaro e provocatorio. Autore di “Ripley Bogle”, fortunato romanzo d’esordio ed “Erueka Street”, tradotto in quattordici lingue e vincitore del Belfast Arts Award for Literature, mostrerà il suo ultimo libro, “The Extremists” che, con una sapiente mescolanza di tragedia ed humor, racconta di un omicidio, ispirato dalla vicenda di Charlie Hebdo, per cui, tra l’altro, scrive.

E poi c’è Marco Missiroli, classe 1981, scrittore e giornalista per il Corriere della Sera che, con il suo ultimo romanzo “Atti osceni in luogo privato”, si è aggiudicato, quest’anno, il premio Mondello. La visione di Missiroli è, di certo, una visione più intima della letteratura: egli si sposta dai confini letterari all’animo umano con una naturalezza quasi impercepibile. Infatti “Atti osceni in luogo privato” narra proprio di questo: l’intimità dell’animo umano, attraverso un percorso articolato tra le stagioni della vita di un dodicenne, costretto a “muoversi come una sonda” attraverso la separazione dei genitori.

Ma gli autori di stasera saranno solo alcuni dei protagonisti di fama mondiale che saranno ospiti a Roma, fino al 30 giugno 2015: Edmund White, Concita De Gregorio, Matthew Thomas, Vinicio Capossela e tanti altri allieteranno le serate estive romane dei prossimi giorni, facendoci vivere storie magiche, recondite ed originali.

Gioia Cherubini

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento