venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Grecia, si allungano i tempi. Si cerca la soluzione
Pubblicato il 01-06-2015


Eurogruppo-GreciaLa linea viene spostata ancora in avanti. Ora si parla di fine giugno. Le istituzioni creditrici stanno infatti lavorando su una proposta comune che verrà presentata alla Grecia come soluzione per superare lo stallo nei prossimi giorni. Lo riferisce l’agenzia Bloomberg citando un funzionario internazionale. La posizione comune potrebbe essere comunicata al premier greco dai leader politici europei, ha aggiunto la fonte. I negoziati tecnici sulle misure economiche che la Grecia deve attuare sono in corso e un accordo – ha detto un portavoce governativo – è vicino anche se non ancora pronto.  Per ora “l’unica scadenza è fine giugno, quando scade l’attuale programma di aiuti, l’Ue non darà nuove scadenze ad Atene”. lo ha detto la portavoce del presidente della Commissione Juncker.

La portavoce ha anche ricordato le parole del presidente in un’intervista alla Suddeutche Zeitung oggi: “Ci sono dei progressi ma ancora non ci siamo”. Insomma dei piccoli passi in avanti che smentiscono però allo stesso tempo la possibilità di accordo già in questi giorni per riattivare da subito i finanziamenti alla Grecia.  Il ministro delle Finanze Padoan ha confermato che “ci sono colloqui in corso, sia a livello tecnico sia a livello politico, e io continuo a pensare che ci sarà un accordo presto”.

A temere un eventuale default sono solo i paesi della Ue, ma anche gli Stati Uniti. Il Wall Street Journal, citando alcune fonti dell’amministrazione americana, riporta uno studio secondo il quale l’uscita della Grecia causerebbe un vero e proprio shock: “Su una scala da 1 a 10, dove il collasso di Lehman è 10, un default della Grecia sarebbe 6, meno dell’8 del 2012”.

E sottolineando come gli europei non abbiano ritenuto d’aiuto l’intervento dei giorni scorsi del segretario al Tesoro americano, Jack Lew, a Dresda durante il G7. Intanto lo spread della Grecia sale a 1.056,6 punti.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento