venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il pittoricismo della scenografia di Mela dell’Erba ne ‘L’onorevole ‘
Pubblicato il 11-06-2015


L'_onorevole

Foto Elettra Panzarino

Lo spettacolo ‘L’onorevole’ per la regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi, andato in scena in molti teatri italiani, nella stagione 2014/15, ha incontrato il plauso di tanti spettatori. Il punto di forza della rappresentazione è stato la scenografia di Mela Dell’Erba. Il pittoricismo degli ambienti ha infatti suscitato una certa “simpatia” nel pubblico. I colori delle ambientazioni sono carichi di elementi simbolici: il rosso e il blu, il nero, il porpora, il giallo e l’ocra sono stati usati per accelerare la narrazione. L’atto finale,  in cui  la moglie dell’on. Frangipane indossa un cappello beige, è una scena di una certa intensità: la famiglia gli è stata vicino durante il periodo elettorale e il mandato in Parlamento.

Il rumore delle onde nel finale dello spettacolo ha evocato le origini isolane di queste persone che si erano trasferite a Roma. Attraverso la proiezione di un filmato, il regista ha creato una sorta di flashback per ritornare indietro fino alle battute iniziali. Onorevole (1)L’effetto scenografico delle figure seminascoste, dietro ad  un telo trasparente, è stato di grande forza espressiva.  L’inconfondibile gamma di grigi luminosi che regna nella scenografia, sembra evocare più che l’interno di una casa una vera e propria città.

Il fatto sorprendente di questo allestimento è la disinvoltura con cui gli stessi attori sistemano gli spazi della recitazione. L’uso della luce intermittente scandiva i conflitti coniugali: gli intervalli di luce  –  gialla, rossa e bianca  –  fanno  pensare al  “teatro nel teatro” di Pirandello. L’uso dei linguaggi visivi ha permesso di dare una certa intensità ad alcuni episodi. Si può ricordare,  infatti, il finale: una sorta di documentario che invade tutto il palcoscenico dove  rimangono solo gli attori in piedi. Ossia, gli “arresi” interpreti delle Istituzioni italiane al meccanismo della corruzione.  La scenografia di Mela Dell’Erba si richiama allo stile italiano  degli anni Cinquanta: gli abiti ed il mobilio permettono di ricreare un’ atmosfera molto intensa sul palco.

Andrea Carnevali

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento