venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Immunità parlamentare, da strumento ad abuso
Pubblicato il 08-06-2015


Immunita parlamentareOggi nell’Aula dei Gruppi parlamentari della Camera il senatore Enrico Buemi, capogruppo Psi in commissione Giustizia e la casa editrice Rubbettino hanno presentato il libro “Lo scudo di cartone” di Giampiero Buonomo, consigliere parlamentare presso il Senato.

Il libro pone una questione di estrema attualità considerati i recenti fatti di cronaca a partire dall’inchiesta di Mafia Capitale. Ossia se sia ancora storicamente sostenibile la conservazione di alcuni privilegi da parte dei parlamentari quali l’immunità. “Oggi, la richiesta di maggiore ‘trasparenza’ dei Palazzi si leva da più parti”, ha dichiarato lo scrittore che nella sua attenta analisi storica e giuridica si chiede che cosa rimanga ancora da salvaguardare delle guarentigie parlamentari. “L’obiettivo è quello di ridare legittimazione alle istituzioni parlamentari nel nostro Paese – ha sottolineato Buonomo – fissare un nuovo confine con l’amministrazione della Giustizia e garantire così, in fondo, la libertà di tutti noi”.

L’incontro è stato moderato, in una conferenza pubblica, dalla giornalista del Corriere della Sera, Fiorenza Sarzanini, capo della redazione giudiziaria romana e ha visto gli interventi dell’on. Giovanni Crema, già presidente della giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del Senato della repubblica, dell’on. Marco Follini, già presidente della giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del Senato della repubblica e del dott. Nello Rossi, Procuratore della Repubblica aggiunto presso il Tribunale di Roma.

L’onorevole Giovanni Crema ha ricordato i tentativi svolti dieci anni fa per riformare le immunità parlamentari, nella consapevolezza che lasciare la questione al caso avrebbe prodotto gli episodi di delegittimazione del Parlamento, poi puntualmente verificatisi. L’onorevole Marco Follini, che durante la sua Presidenza della Giunta del Senato ha creato la metafora che dà il titolo al libro, ne ha spiegato l’origine, come monito sulle conseguenze dell’abuso dello strumento immunitario.
Il procuratore Rossi ha affrontato l’ormai complesso rapporto tra politica e giustizia.
“L’auspicio è che le esperienze nel descritte nel mio libro – ha concluso l’autore – aiutino a rifondare su nuove basi le immunità parlamentari nel nostro Paese”.

Presenti in sala anche il prof. Augusto Cerri, Università degli studi “La Sapienza” di Roma, il prof. Pio Marconi, Università degli studi “La Sapienza” di Roma, il prof. Claudio De Fiores, seconda università degli studi di Napoli.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento