sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Regionali, bene le liste con i socialisti
Pubblicato il 01-06-2015


Maraio_VincenzoIn Campania la lista del PSI che sosteneva De Luca, ha ottenuto il 2,16% e un eletto  Enzo Maraio. In Toscana i socialisti al 2%. In Umbria al 3,5% con la lista Socialisti Riformisti ed eleggono un consigliere. In Toscana al 2 % con la Lista Popolo Toscano. Nelle Marche i socialisti con la lista Uniti per le Marche ottengono il 5%.

Campania
Vince le elezioni Vincenzo De Luca con il 41 per cento, tre punti più dell’uscente Stefano Caldoro (38,3%), in quota centrodestra. Al terzo posto, col 17,6%, Valeria Ciarambino (M5s). Per l’ex sindaco di Salerno ora si apre la partita della decadenza in base alla legge Severino.
La lista del PSI che sosteneva De Luca, ha ottenuto il 2,16% con un eletto, Enzo Maraio

Liguria
Giovanni Toti, portavoce di Berlusconi, ha unito il centrodestra e strappa la Regione al centrosinistra, diviso come non mai. Toti ottiene il 34,4 per cento mentre Raffaella Paita del PD si ferma al 27,8%; Alice Salvatore del Movimento 5 Stelle, si piazza terzo con il 24,8 per cento.

Veneto
Il presidente uscente, il leghista Luca Zaia, riconquista la regione superando il 50 per cento. Molto distanziata la candidata del Pd Alessandra Moretti che si è fermata a un deludente 22,7%. Al terzo posto Jacopo Berti dei Cinque Stelle con l’11.8 per cento. Quarto Flavio Tosi uscito dalla Lega dopo gli scontri accesi con Salvini, con l’11,8 per cento.

Marche
Il candidato del centrosinistra Luca Ceriscioli supera quota 41% delle preferenze. Al secondo posto il penta stellato Gianni Maggi col 21,7 seguito da Francesco Acquaroli (centrodestra) intorno al 19 e soltanto al quarto posto Gian Mario Spacca, governatore uscente, eletto nel 2010 col Partito democratico e oggi di nuovo in corsa per il suo terzo mandato con l’appoggio di Forza Italia. A lui appena il 14,2% dei voti.
I socialisti con la lista Uniti per le Marche ottengono il 5%.

Toscana
Enrico Rossi (PD) mantiene il controllo della storica roccaforte della sinistra con il 48%. Al secondo posto Claudio Borghi, candidato di Lega Nord e FdI, al 20% e terzo il M5s col 15%. I socialisti con la lista Popolo di Toscana sono al 2%.

Rometti_Silvano_Bastianelli_ClaudiaUmbria
Il centrosinistra ha temuto per un’altra sua roccaforte. All’inizio dello spoglio c’è stato un testa a testa tra la presidente uscente dem, Catiuscia Marini e lo sfidante di centrodestra Claudio Ricci. Alla fine però la governatrice uscente risulta in netto vantaggio con il 42,8 per cento contro il 39,3 del principale avversario. I socialisti nella lista Socialisti riformisti ottenuto il 3,5% e un eletto, Silvano Rometti con 4.072 voti.

Puglia
Michele Emiliano del Pd si attesta intorno al 47%. Per il secondo posto un testa a testa tra la candidata grillina Antonella Laricchia e Francesco Schittulli (fittiani, FdI e moderati di Area Popolare) al 18,4%. Segue Adriana Poli Bortone (Fi e Noi con Salvini) al 14,4 per cento

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento