domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
La rinascita di un progetto socialista
Pubblicato il 12-06-2015


La lettera al Direttore scritta in Avellino da Luigi Mainolfi e pubblicata dall’Avanti! del 12 giugno 2015, sconvolge i lupi irpini. Per il commento va fatta una premessa politica, anticipando il presunto “aspettando l’odore”. Coloro che sono politicamente corretti sanno che la politica è l’arte del possibile che ha come oggetto l’organizzazione perfetta ed il governo dello Stato. L’insieme dei fini cui tende uno Stato moderno richiede vari mezzi politici da utilizzare al meglio per ottenerli. Si spazia, secondo il dizionario di Tullio De Mauro, nei settori operativi: politica culturale, politica economica, politica letteraria, politica dei blocchi, politica congiunturale, politica creditizia, politica dei redditi, politica del territorio, politica doganale, politica fiscale, politica monetaria.
Non guasta al commento richiamare l’articolo: “POLITICA, SENZA NOBILTA’” pubblicato dall’Avanti! del 25 marzo 2015. Per non sfociare nel noto mascheramento del protagonismo senza nobiltà e dissuadere i politiconi, va accolto con enfasi l’esito delle elezioni regionali ed amministrative del 31 maggio 2015.
In Campania il PSI ha appoggiato il candidato presidente Vincenzo De Luca. È stato determinante il voto PSI per la vittoria del centro-sinistra e l’uscita di scena di Caldoro, già pupillo di Silvio Berlusconi. Vincenzo De Luca, ex sindaco di Salerno, è stato eletto con il sostegno delle candidature socialiste al consiglio regionale di 25 compagni a Napoli, di 25 a Salerno, di 8 a Caserta, di 4 ad Avellino e di 2 a Benevento. L’auspicio del presidente dei deputati socialisti, Marco Di Lello, sul voto socialista contro il trasformismo è stato confermato ed ha prodotto una presenza socialista in Regione Campania. Il mio timore: PSI, CRESCERE o PERIRE, pubblicato dall’AVANTI! il 24 aprile 2015 è stato soddisfatto da un lusinghiero esito elettorale anche nella prima fase amministrativa. Nelle votazioni di ballottaggio del 14 giugno 2015 potrebbero scaturire ulteriori soddisfazioni per i socialisti presenti con liste e candidati di numerosi consigli comunali. Per quanto scrive sull’Avanti! Sandro D’Agostino: il PSI non deve accontentarsi del 2%, la mia opinione è rivolta all’elettorato di buona volontà per la rinascita di un progetto socialista in Italia e nell’UE.
L’affondo è per esplicitare l’esistenza in Lombardia di un progetto di massima redatto da un Gruppo di Lavoro coordinato dal sottoscritto con l’acronimo R.A.P. (Rivalutatori ambiente pulito). Si sta dedicando da oltre 5 anni al tema: Educazione ambientale ed emergenza rifiuti. Sono state già implementate ipotesi progettuali quali: rivalutazione FORSU (Frazione organica rifiuti solidi urbani), PFU (Pneumatici fuori uso), VS (Valorizzazione stallatico bovino), VMFU (Valorizzazione moquette fuori uso), nonché PF (Projet Finanging). Si vuole impedire che il cosiddetto effetto NIMBY (not in my back yard) rallenti o finisca per impedire i lavori pubblici infrastrutturali in attesa della “riscrittura” del codice degli appalti.

Manfredi Villani

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. L’iniziativa che stai sviluppando in Lombardia è molto positiva. I socialisti si sono fatti sempre apprezzare a livello individuale ma hanno e continuano a difettare nel Lavoro di Gruppo che sta alla base di ogni organizzazione e realizzazione.
    E’ indispensabile che vengano selezionati una serie di figure di coordinamento regionali con il compito di raccogliere proposte su alcuni temi specifici su cui caratterizzare in maniera operativa l’azione socialista.
    Occorre ripartire dai progetti ispirati ai valori socialisti da coniugare con l’attuale fase della conoscenza.
    Un fraterno saluto dal tuo caro compagno ottuagenario.
    Je suis socialiste

Lascia un commento