sabato, 10 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Manfredi Villani:
Un ambiente più sicuro
Pubblicato il 15-06-2015


Dal 29 maggio 2015 è vigente la legge 22-5-2015, n. 68. La GU n. 122 del 28-5-2015 ha pubblicato nuove disposizioni in materia di delitti contro l’ambiente. Nel primo articolo della legge sono state introdotte norme del codice penale (dall’Art. 452 bis all’Art. 452 terdecies). L’evoluzione dei delitti contro l’ambiente riguarda: inquinamento ambientale, morte o lesioni come conseguenza del delitto di inquinamento ambientale, disastro ambientale, delitti colposi contro l’ambiente, traffico ed abbandono di materiale ad alta radioattività, impedimento del controllo, circostanze aggravanti, aggravante ambientale, ravvedimento operoso, confisca, ripristino dello stato dei luoghi, omessa bonifica (Art. 452 terdecies).

Come si palesa dai suddetti temi le disposizioni penali hanno vasta risonanza cognitiva. La legge tratta anche modifiche a leggi e decreti legislativi vigenti dall’anno 1992 (Legge 7 febbraio 1992, n. 150) e dall’anno 2006 (decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152). Ulteriori norme in materia ambientale sono previste dal Decreto Legislativo 29giugno 2010, n. 128. L’educazione ambientale e l’emergenza rifiuti si avvale da qualche anno della tracciabilità logistica dell’enorme massa di rifiuti indifferenziati che vengono affossati nelle discariche.
Ci conforta la notizia diffusa dal Ministero dell’Ambiente circa l’entrata in attività dal 1 ottobre 2013 del SISTRI (Sistema telematico di tracciabilità dei rifiuti). Il SISTRI dovrebbe funzionare a pieno regime operativo assicurando la tracciabilità informatizzata, anziché quella cartacea, delle diverse tipologie di RSU, di rifiuti speciali, quelli pericolosi e tossici-nocivi, coinvolgendo tutti i gestori ed i produttori della filiera nazionale costituita da 77mila aziende di settore.

Manfredi Villani

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento