lunedì, 5 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serve un’IRAP agevolata
per le zone terremotate
Pubblicato il 12-06-2015


IRAP-Zone terremotateIl Decreto Legge Enti Locali approvato ieri (giovedì 12 giugno) dal Consiglio dei Ministri ha finalmente previsto la istituzione della “ Zona Franca Urbana “ nell’area dell’Emilia Romagna colpita dal terremoto del 20 e 29 maggio 2012 nonché nelle aree alluvionate del gennaio 2014.

Dopo tre anni di attesa, di polemiche politiche e di sorrisini di compatimento da parte di che non aveva capito niente di “ ZFU “ o “ NO TAX AREA “, il Governo ha dato seguito ad una agevolazione richiesta dal sistema delle imprese e dalla popolazione.

La prima stesura del Decreto presenta contraddizioni ed anomalie che vanno sanata in itinere. Manca, per esempio, l’esonero dei contributi pagati dalle imprese per i propri dipendenti. Non va bene il limite temporale della esenzione , solo due anni ( 2015 e 2016).
Per i tributi locali non si accenna alla TASI mentre la esenzione dall’ IMU andrebbe collegata all’effettivo ripristino del fabbricato.
Ricordiamo, non per primogeniture, il richiamo a tutte le forze politiche, economiche, sindacali per lavorare tempestivamente per interventi sostanziali nelle aree colpite. ( giugno e luglio 2012 )

Ci sentiamo di riprendere la nostra proposta diretta alla Giunta Regionale, nel luglio 2012, attraverso una interrogazione, per una aliquota IRAP agevolata per tutte le attività operative sul territorio colpito dal terremoto e per periodo temporale di cinque anni.

Mario Cardone
Segretario Federazione PSI Modena

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento