sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Tennis. L’erba incorona Federer, Murray e Kerber
Pubblicato il 23-06-2015


tennis erbaSono tre i tornei sull’erba disputatisi nei giorni scorsi, in preparazione di Wimbledon al via da lunedì 29 giugno prossimo. Tre finali fantastiche quelle degli ATP di Halle e del Queen’s, e del WTA di Birmingham. Tre grandi campioni che vincono: rispettivamente Roger Federer, Andy Murray e Angelique Kerber. Ma c’è anche un tono di azzurro: i colori dell’Italia li porta egregiamente Andreas Seppi, che gioca quasi alla pari e si difende in modo più che valido contro Re Roger. In previsione del Grand Slam di meglio non si poteva sperare.

ATP HALLE – Il primo vince con classe con il punteggio di 7/6 (1) 6/4, che però vale quanto due tie break, per un match sempre in equilibrio comunque e lottato sino alla fine. Seppi non ha mai rinunciato a giocarsela e Federer non ha mai ceduto né mollato, ma ha continuato a inseguire la vittoria che ricercava. Per l’altoatesino la soddisfazione di essere diventato il numero uno italiano, superando anche Fabio Fognini.

ATP QUEEN’S – Il secondo di rabbia e di orgoglio per un torneo a cui tiene giocando “in casa” e dimostra tutta la sua voglia di vincere dando il massimo e impegnandosi in maniera forsennata. Nulla può Kevin Anderson. Murray concede pochissimo e chiude facilmente con un doppio 6/4, senza faticare troppo. Tutto semplice per lui. E realizza quasi un record conquistando il 34° titolo in carriera e il sesto sull’erba davanti agli occhi della moglie, che seguiva con attenzione. Anche il pubblico era tutto dalla sua parte. Un Murray ai massimi livelli, come non si era mai visto finora: ispirato, in forma, e perfettamente a suo agio sull’erba dove riesce a dare il massimo appunto. E dopo poco meno di un’ora Murray era già avanti di un set e di un break. Un torneo che gli ha spesso portato fortuna quello Aegon  o meglio noto quale del Queen’s: lo ha già vinto quattro volte, ad anni alterni, nel 2009, nel 2011, nel 2013 e nel 2015.

WTA BIRMINGHAM – La tedesca trionfa con la tenacia e l’ostinazione di chi non vuole mollare e rimonta al terzo set una più che valida Pliskova. È stato un match duro, non certo facile contro un’avversaria dalla potenza, dalla profondità, dalla precisione dei colpi straordinari e soprattutto di carattere, una grande lottatrice come Karolina Pliskova; la ceca l’ha martellata soprattutto sul rovescio nel primo set sorprendendola al tie break per la sua aggressività. Si è proseguito così fino al 7/6 6/1 per la ceca, che poi ha avuto un leggero calo di tensione, ha conceduto qualcosa in più e si è fatta raggiungere dalla tedesca, che invece ha alzato in maniera vigorosa il ritmo, spingendo di più e mettendo più pressione alla Pliskova. Così, alla fine Angelique Kerber ce l’ha fatta a portare a casa il suo primo trofeo sull’erba e il terzo titolo stagionale dopo quelli di Charleston e Stoccarda. 6/7 (5-7) 6/3 7/6 (7-4) il punteggio, che incorona la testa di serie n 4 regina del torneo di Birmingham in Inghilterra.

Ba. Co. 

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento