giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Farmaci online. Bollino di qualità e norme chiare
Pubblicato il 01-07-2015


Farmaci on lineDi primo acchito il via libera – anche in Italia – alla vendita online di farmaci non sembra essere una grande novità: è da tempo, infatti che la Rete si è popolata di siti – anche in lingua italiana – che vendono farmaci che vanno dai diuretici al viagra, passando per le anfetamine per perdere peso agli anabolizzanti per gonfiare i muscoli. Il problema è che spesso sono prodotti illegali. L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha infatti reso noto che in sette casi su dieci si tratta di farmaci contraffatti – che non contengono il principio attivo o ne contengono troppo – o scaduti ovvero conservati male. In ogni caso, potenzialmente nocivi per la salute. Da oggi, primo luglio, anche nel nostro Paese sarà possibile ordinare online farmaci da banco, ossia quelli che non richiedono la prescrizione medica come per esempio gli antidolorifici e gli antipiretici.

LA VENDITA ONLINE – Per effetto del recepimento di una direttiva dell’Ue sui medicinali a uso umano sarà possibile ricevere direttamente a casa – con un semplice ‘clic’ – farmaci contrassegnati da un bollino di qualità che certifica i siti autorizzati dal ministero della Salute. Di concerto con l’Aifa, il dicastero ha inoltre deciso che i siti che venderanno questi farmaci dovranno essere gestiti da chi è già titolare di una farmacia o parafarmacia autorizzate. E proprio per garantire la sicurezza – rimarca il direttore generale dell’Aifa Luca Pani – l’Agenzia del farmaco «effettuerà controlli costanti, e monitorerà la vendita in Rete nell’ambito del sistema nazionale anti-falsificazione dei medicinali già in atto e che, a oggi ha condotto alla chiusura di centinaia di siti illegali».

IL BOLLINO DI QUALITÀ – A rendere identificabili e sicuri i prodotti venduti online sarà un logo del ministero della Salute – conforme a quello previsto dalla direttiva europea – e costituito da una croce bianca sullo sfondo di quattro bande, tre in varie in verde e una in grigio. In questo modo, i cittadini potranno riconoscere i siti di e-commerce certificati ed evitare le truffe in Rete.

Siria Garneri

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento